Arriva il canone Rai ‘flessibile’: si paga in base a quanto si consuma

L'ultima idea del governo contro l'evasione è un canone basato sui consumi familiari

Canone Rai da pagare in base al consumo. Non più una quota fissa a 113,50 euro, ma variabile a seconda del reddito familiare. E’ una delle proposte che il governo ha messo in cantiere per recuperare parte dell’evasione del canone stesso, attualmente "aggirato" dal 27% degli italiani per un danno erariale di circa 1,7 miliardi.
 
IL CANONE FLESSIBILE – La "mission" governativa è quella di ridurre, ed anzi azzerare, l’evasione del canone Rai già nel 2015. Il nuovo canone non si pagherà con la bolletta elettrica e nemmeno si tramuterà in una gabella legata alla casa come in Francia o in Germania, ma sarà invece un’imposta ad importo variabile legata ad un nuovo indicatore che fotograferà i consumi, cioè la capacita di spesa delle persone.
 
I TAGLI DAL DEF – Va ricordato a tal proposito che l’azienda radiotelevisiva di Stato è già stata chiamata dall’ultimo Documento di economia e finanza a rinunciare a circa 150 milioni di canone 2014, uno dei "tagli necessari" per finanziare gli sgravi fiscali sul lavoro.
Azzerare l’evasione del canone. Quotare in Borsa RaiWay (la società cher gestisce i ripetitori). Varare un nuovo Piano editoriale che assicuri risparmi tra giornalisti e sedi regionali. Trasformare Viale Mazzini in una media company capace di competere nell’era di Google e Youtube. Quest’insieme di mosse – nei piani dell’esecutivo – permetterà alla tv di Stato di reggere l’urto dei 150 milioni persi e di conservare inalterata l’offerta. Non mancheranno i fondi, ad esempio, per comprare i diritti della Nazionale. Un programma simbolo.
 
IL SOTTOSEGRETARIO ALLE COMUNICAZIONI – "Il canone Rai viene evaso dal 27% delle famiglie – ricorda Antonello Giacomelli, nuovo sottosegretario alle Comunicazioni, uomo del Pd – con un danno che la tv di Stato stima in 1,7 miliardi tra il 2010 e il 2015. Una cosa imbarazzante, che noi fermeremo. Al di là della modalità di versamento, che troveremo d’intesa con il ministero dell’Economia, quel che conta sarà la logica, del tutto nuova: pagheremo tutti, pagheremo con più equità. L’effetto è che avremo un canone più basso rispetto al passato, almeno per le famiglie in difficoltà, e molto meno impopolare. Lavoriamo per rinsaldare un patto di fiducia tra la Rai e il suo pubblico".

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Arriva il canone Rai ‘flessibile’: si paga in base a quant...