Canone Rai: come mandare l’autocertificazione di NON possesso della TV

Il Canone Rai in bolletta non deve essere pagato da chi non possiede la televisione. Ecco come fare la comunicazione all'Agenzia delle Entrate in modo corretto

Canone Rai in bolletta: come non pagare quando non si possiede la TV. A partire dal 2016, il modello di autocertificazione generico è stato abolito e non viene più ritenuto valido in caso di visita fiscale. L’ Agenzia delle Entrate ha preparato un nuovo modulo da utilizzare per la comunicazione di non possesso della televisione, ai sensi della Legge n°208 del 28 dicembre 2015. Dopo averlo reperito, è necessario compilarlo in ogni sua parte e siglarlo con la propria firma. La dichiarazione potrà essere inviata dal contribuente oppure dal commercialista, che provvederà a compilare anche la sezione “Impegno alla presentazione telematica”.

All’interno del modulo sarà necessario compilare il Quadro A per dichiarare il non possesso del televisore ed il Quadro B per chiedere il non addebito del canone presso tutte le proprie utenze elettriche. Prima di inviare l’autocertificazione di non possesso per l’esenzione del Canone Rai in bolletta, è necessario allegare una copia della carta di identità del dichiarante. Come inviare i documenti in modo corretto ? La raccomandata con ricevuta di ritorno è un metodo sempre valido, tuttavia è bene avere l’accortezza di non utilizzare una busta, ma di preparare una raccomandata in foglio, ripiegando in 3 parti il plico, lasciando la parte bianca all’esterno e pinzando i lembi.

Sul foglio stesso andrà riportato l’indirizzo: Agenzia delle Entrate, Ufficio Torino 1, Sportello Abbonamenti TV Casella Postale 22 c.a.p. 10121 Torino (TO). La data di invio sarà quella del timbro postale. L’alternativa, per evitare l’addebito del Canone Rai in bolletta, è eseguire la comunicazione Telematica attraverso l’apposito sito web. Essa può essere fatta dal dichiarante oppure da un intermediario, di norma il commercialista. In questo caso, farà fede la data riportata sulla ricevuta di invio rilasciata dal portale. Il termine, entro il quale inviare la comunicazione di non possesso, è il 30 aprile. In questo modo si otterrà l’esenzione per tutto l’anno.

Tuttavia, esiste la possibilità di trasmettere i documenti entro il 30 giugno, in questo caso sarà possibile non pagare il Canone Rai in bolletta per il secondo semestre dell’anno, ovvero da luglio a dicembre. Tutte le dichiarazioni inviate dopo il 1 luglio, saranno valide per l’esenzione del canone dell’anno successivo, ovvero il 2017. Nel caso in cui si decidesse di acquistare una televisione in un secondo momento, basterà mandare una nuova comunicazione specificando la variazione dei requisiti.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Canone Rai: come mandare l’autocertificazione di NON possesso de...