Canone Rai, aumento in vista per il 2011

Si passa da 109 a 110,5 euro. Nelle casse di Viale Mazzini entreranno 30 milioni di euro in più

Balzo all’insù per la tassa sul possesso del televisore. A partire da gennaio si passa dai 109 euro ai 110,5 euro.
La decisione è stata approvata dal ministro per le Telecomunicazioni, Paolo Romani con apposito decreto, un aumento previsto da tempo e gisutficato dal “recupero dell’inflazione, come previsto dall’art. 47 del Testo Unico sulla televisione”.

Il maggior esborso dovrebbe portare circa 30 milioni in più nelle casse di Viale Mazzini una cifra dunque ben lontana dai 300 milioni in più che la Rai ha chiesto al ministero per coprire i costi di servizio pubblico per il prossimo anno.
I ritocchi al canone sono iniziati nel 2006 quando venne abbattuta la soglia psicologica dei 100 euro. Purtroppo gli italiani dovranno iniziare ad abituarsi: l’ammontare della tassa salirà ogni anno, salvo diversa decisione del ministro di turno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Canone Rai, aumento in vista per il 2011