Canone Rai 2016: fornitura elettrica attivata a Luglio: a quanto ammonta il canone rai e la rata in bolletta?

Canone Rai in bolletta, le rate mensili variano anche in base alla data di attivazione della fornitura. Ecco gli importi per chi ha chiesto il contratto a luglio 2016

Arriva il Canone Rai in bolletta, nel mese di luglio le prime rate da pagare. A quanto ammontano gli importi mensili per chi ha appena attivato una nuova utenza ? In proposito l’Agenzia delle Entrate ha chiarito i dubbi di molti cittadini, pubblicando le risposte ai quesiti più comuni. In particolare, ha evidenziato che la tassazione sarà proporzionale alla data di attivazione della nuova utenza. Pertanto, chi ha stipulato il primo contratto con tariffa residenziale, nel mese di luglio, sarà tenuto a versare solamente una parte della quota annuale.

In questo caso, la tassa annuale, relativa al Canone Rai in bolletta, sarà pari a 53,04 euro. L’importo dovrà essere corrisposto tramite il versamento di 4 rate da 13,26 euro cadauna. Chi teme di dimenticare il versamento, non ha nulla di cui preoccuparsi, poiché le somme saranno inserite all’interno della fattura dell’energia elettrica. Nel caso in cui la nuova utenza sia frutto di un cambio di residenza, il canone TV dovrà invece essere corrisposto per intero. In questo caso, l’importo totale di 100 euro sarà suddiviso in 10 rate da 10 euro ciascuna.

Qualora la nuova utenza venga stipulata in assenza di apparecchio televisivo, è compito del titolare inviare la propria autocertificazione di non possesso della TV. La compilazione dovrò comprendere sia il Quadro A sia il Quadro B, in modo da evitare la richiesta di addebito. La documentazione può essere inviata in qualunque momento, ma è bene sapere che per ottenere l’esenzione del Canone Rai in bolletta per tutto l’anno i termini scadono il 30 aprile. Chi ha inviato il modulo entro il 30 giugno sarà esente per il secondo semestre dell’anno, mentre tutti gli invii fatti dopo il 1 luglio saranno relativi all’anno successivo.

Tutti coloro che, avendo attivato l’utenza a luglio, e non essendo in possesso di televisore, troveranno la richiesta di pagamento del Canone Rai in bolletta, dovranno attendere che l’Agenzia delle Entrate emani la procedura per la richiesta di rimborso, ad oggi non ancora disponibile. Anche se le alternative alla televisione oggi non mancano, come ad esempio lo streaming TV, è comunque importante sapere che, in caso di accertamento fiscale, è sempre compito dell’utente dimostrare di avere inviato tutta la documentazione necessaria entro i termini di legge stabiliti.

Canone Rai 2016: fornitura elettrica attivata a Luglio: a quanto ammonta il canone rai e la rata in bolletta?
Canone Rai 2016: fornitura elettrica attivata a Luglio: a quanto ammon...