Canone Rai 2016: fornitura elettrica attivata a Febbraio: a quanto ammonta il canone rai e la rata in bolletta?

Canone Rai in bolletta: ecco a voi ulteriori chiarimenti e ultime novità su questa nuova modalità di pagamento per sapere sempre cosa fare

Canone Rai in bolletta: da pochissimi giorni, finalmente, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul suo sito ufficiale tutte le risposte utili ai contribuenti per capire come fare con l’addebito del canone Rai. Essendo un sistema ufficializzato solo da alcuni mesi, moltissime persone hanno riscontrato i primi problemi ed era quindi necessario fare chiarezza per venire incontro a eventuali problemi. Ad ogni domanda c’è adesso una risposta per capire le nuove modalità di pagamento del canone.

Canone Rai in bolletta? L’agenzia delle entrate risponde soprattutto a tre domande fondamentali che han dato del filo da torcere ai consumatori. In primis il cambio del contratto elettrico, poi l’avere più bollette in famiglia e, infine, il caso degli eredi. L’agenzia ha cercato di rispondere a queste prime tre domande con urgenza in quanto sono iniziati ad arrivare i primi addebiti del canone rai attraverso la bolletta di luglio 2016. Iniziamo col dire che nel caso si attivi un nuovo contratto elettrico, il canone viene inserito nel nuovo contratto.

Il canone Rai in bolletta, quindi, si sposta con la bolletta stessa. Ritroveremo la voce del canone e relativo addebito con le nuove bollette. Ovviamente, nell’ipotetico caso in cui il titolare dichiarasse di non possedere la TV e non usarla, non avrà nessun addebito. C’è anche da sottolineare che il pagamento del canone inizia dalla prima bolletta riguardante il nuovo contratto. È anche possibile, soprattutto in quanto siamo agli inizi di questa nuova procedura, ritrovarsi più importi da pagare. Bisogna quindi stare attenti e fare le dovute segnalazioni.

Il canone Rai in bolletta si paga di famiglia in famiglia: non devono pagarlo due esponenti della stessa famiglia. Gli eredi di persone defunte a cui sono ancora intestate le bollette dovranno fare quindi, anche in questo caso, la dovuta segnalazione. Infine, è importante ricordare che il canone si paga una sola volta anche se si è proprietari di due case distinte. Il numero di abitazioni non fa variare quindi il numero di canoni da pagare. Per ulteriori chiarimenti è giusto aspettare altre news dall’agenzia delle entrate di cui però è comunque possibile consultare la sezione dedicata con modelli e istruzioni utili.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Canone Rai 2016: fornitura elettrica attivata a Febbraio: a quanto amm...