Camere di commercio, la fatturazione elettronica è un successo

(Teleborsa) – Prosegue con successo la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione (PA). A distanza di un anno e mezzo dall’introduzione dell’obbligo per tutte le pubbliche amministrazioni di ricevere fatture solo ed esclusivamente in formato elettronico, le Camere di commercio registrano oltre 500mila fatture elettroniche emesse e più di 65mila imprese utilizzatrici della piattaforma online messa a disposizione gratuitamente dal sistema camerale, che si conferma quindi strumento assai utile per molte piccole e medie imprese fornitrici della pubblica amministrazione. 

Il servizio, nato da un accordo tra Unioncamere e Agenzia per l’Italia digitale, consente alle Piccole e medie imprese (Pmi) registrate al portale di gestire senza alcun costo l’intero ciclo di vita delle fatture elettroniche (compilazione, spedizione, gestione e conservazione digitale a norma per dieci anni), fino a 24 fatture elettroniche l’anno.  

“L’elevato utilizzo del servizio FatturaPa ripaga degli sforzi compiuti dal sistema camerale per diffondere tra le piccole e medie imprese la fatturazione elettronica e favorire così anche un più ampio utilizzo delle tecnologie digitali da parte dl sistema produttivo italiano”, commenta il presidente di Unioncamere, Ivan Lo Bello. “La digitalizzazione, d’altro canto, è un percorso di modernizzazione del Paese nel quale le Camere di commercio credono con convinzione e al quale possono dare un contributo importante”.

Tra le 65.431 aziende che si sono registrate sul portale e hanno utilizzato la piattaforma delle Camere di commercio, le più attive sono le 2.604 imprese di Bolzano che, al 20 settembre scorso, avevano emesso 29.457 fatture elettroniche verso la Pa. Assidue frequentatrici del portale sono anche le 1.751 aziende di Trento, cui si devono 15.887 fatture elettroniche, quindi le 1.722 imprese di Roma, che hanno emesso 13.943 fatture.

Camere di commercio, la fatturazione elettronica è un successo