Bonus famiglie, istruzioni per l’uso

La somma, che varia da 200 a mille euro, può essere richiesta utilizzando gli appositi modelli dell'Agenzia delle entrate

 

Al via le domande per ottenere i bonus di fine anno. L’Agenzia delle entrate ha reso disponibili i modelli per la richiesta del beneficio straordinario, valido solo per l’anno 2009, introdotto dall’articolo 1 del decreto legge 185/2008.
Si tratta di una somma, da 200 a 1.000 euro, che varia in base al reddito e ai componenti del nucleo familiare. Il beneficio spetta ai cittadini residenti, lavoratori dipendenti e pensionati, incluse persone non autosufficienti, che facciano parte di un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore ai 35 mila euro l’anno. Il bonus è attribuito a un solo componente e non costituisce reddito ai fini fiscali, previdenziali e assistenziali.

La richiesta del bonus, erogato dai sostituti d’imposta e dagli enti previdenziali, deve essere fatta compilando gli specifici modelli approvati dall’Agenzia delle entrate.
Il termine di presentazione delle domande varia a seconda dell’anno d’imposta preso come riferimento per la sussistenza dei requisiti necessari per ottenere il bonus. Se si prende come riferimento il 2007, la richiesta si presenta al sostituto d’imposta entro il 31 gennaio 2009. Se il bonus non è erogato dai sostituti d’imposta, la domanda potrà essere inviata, in via telematica, direttamente all’Agenzia delle entrate entro il 31 marzo 2009.
Se si prende come riferimento l’anno d’imposta 2008 la domanda va presentata al sostituto d’imposta entro il 31 marzo 2009. Nel caso in cui la somma non sia erogata dai sostituti, i contribuenti tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi potranno chiedere il bonus direttamente in sede di dichiarazione. Invece quelli esonerati di presentazione della dichiarazione potranno richiedere il beneficio entro il 30 giugno 2009 utilizzando il modello per la richiesta all’Agenzia.

Spettano 200 euro ai titolari di pensione, unici componenti del nucleo familiare, se il reddito complessivo non supera i 15mila euro.
300 euro per il nucleo familiare di due componenti, nel caso il reddito complessivo familiare non sia superiore a 17mila euro.
450 euro per il nucleo di tre componenti con reddito complessivo familiare non superiore a 17mila euro.
500 euro per il nucleo familiare di quattro componenti: reddito complessivo familiare non superiore i 20mila euro.
600 euro al nucleo familiare di cinque componenti, qualora il reddito complessivo familiare non sia superiore a 20mila euro.
Mille euro per il nucleo familiare di oltre cinque componenti, qualora il reddito complessivo familiare non superi i 22.000 euro.
Mille euro per il nucleo familiare in cui vi siano figli a carico del richiedente portatori di handicap, a patto che il reddito complessivo familiare non sia superiore a 35mila euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus famiglie, istruzioni per l’uso