Estesi i benefici fiscali della prima casa

Pertinenze e ampliamenti godono dell’agevolazione

La circolare n. 31/E del 7 giugno 2010 aumenta il perimetro delle agevolazioni fiscali prevista per la prima casa. Vediamo quali sono le novità.

– L’acquisto di pertinenze inerenti un’immobile comprato in precedenza (ovvero prima del 22 maggio 1993) senza beneficiare dell’agevolazione prima casa, può beneficiare dello sconto fiscale. Di conseguenza il locale da destinare a pertinenza dell’abitazione non di lusso nella quale il contribuente risiede, potrà scontare l’aliquota ridotta al momento dell’acquisto.

– L’ampliamento di un’abitazione in passato acquistata senza fruire del regime di favore per difetto al rogito delle condizioni e dei requisiti di legge, puà beneficiare delle agevolazioni prima casa se siano, nel frattempo, sopravvenuti tutti i requisiti sull’immobile stesso.

– Non scompare lo sconto prima casa se, tra il primo acquisto agevolato e il successivo riacquisto annuale, il contribuente sia divenuto possessore di un’altra abitazione situata nello stesso comune in cui è locato quello che s’intende riacquistare. I cittadini italiani che intendono spostare la loro residenza oltre confine conservano il diritto alle agevolazioni prima casa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Estesi i benefici fiscali della prima casa