Allarme canone Rai in bolletta: “le aziende non sanno come esigerlo”

Testa: "Il rischio è di arrivare impreparati alla scadenza di luglio sulle bollette"

A circa due mesi dall’approvazione della norma contenuta nella legge di Stabilità che prevede l’inserimento del canone Rai nella bolletta elettrica, è ancora caos su come le aziende elettriche potranno ‘esigere’ il canone stesso. “Siamo al 15 febbraio – denuncia il presidente di Assoelettrica Chicco Testa – ma le imprese del settore ancora non sanno come dovranno esigere il canone Rai che il Governo ha voluto inserire nelle bollette dell’energia elettrica”. “Il rischio – avverte – è che si arrivi impreparati alla scadenza del prossimo luglio”.

“Le imprese – ricorda il presidente di Assoelettrica in una nota – devono predisporre i necessari sistemi informatici per emettere le nuove fatture modificate, bisogna incrociare le banche dati, occorre chiarire una lunga serie di problemi che ancora non sono stati sciolti, dalla questione dei ritardati pagamenti, alla morosità, dall’eventualità di un cambio di fornitore ai pagamenti parziali, dai reclami ai contratti non residenti. Insieme a Utilitalia, abbiamo preparato un documento circostanziato che elenca tutti i problemi aperti, ma il Ministero per lo Sviluppo economico ancora non ci ha dato risposta. E il tempo ormai stringe”.

Il problema maggiore è quello di intrecciare i dati di familiari conviventi, residenti, e intestatari della bolletta elettrica e intestatari del canone Rai. Sono numerosi i casi in cui i titolari del contratto elettrico e della casa non coincidono. La legge di Stabilità dava al Governo 45 giorni di tempo dall’inizio dell’anno per mettere a punto le norme: il termine è scaduto lunedì 15, mentre il tavolo tra Mise, Mef, Autorità per l’energia elettrica e il gas e gestori è ancora aperto e sta discutendo dei nodi da sciogliere.

Il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, è convinto che “a luglio si scatenerà un vero e proprio caos, con gli utenti e le aziende elettriche impreparate ad affrontare la novità. Le famiglie ancora non hanno capito come avverrà il pagamento del canone, chi è tenuto a versarlo e per quali case, e non vogliamo pensare a cosa avverrà in caso di morosità o ritardi nei pagamenti”. Intanto dal fronte delle tv private, Urbano Cairo, a cui fa capo La7, bolla come ‘scandaloso’ il fatto “che una sola azienda, cioè la Rai, riesca ad avere circa 300 milioni di euro in più, che vengono dal recupero dell’evasione, e va benissimo, senza però che sia stato ripensato tutto l’assetto televisivo”.

Leggi anche:
Canone Rai in bolletta: sarà la residenza a decidere chi paga
Canone Rai in bolletta, il vademecum per non sbagliare
Canone Rai in bolletta: pagare o non pagare? Tutte le risposte
Come pagare la bolletta Enel senza pagare il canone Rai

Allarme canone Rai in bolletta: “le aziende non sanno come ...