Affitti, la cedolare secca può essere sostituita con la vecchia disciplina Irpef

Il nuovo regime è molto elastico. Nell’arco di 12 mesi possono succedersi contratti con regimi fiscali diversi

Chi sceglie la cedolare fissa per gli affitti ha effetto per le annualità del contratto di locazione anche se non coincidono con gli anni solari. Sembrerebbe questa al conclusione contenuta in un’apposita circolare che i tecnici dell’agenzia delle Entrate stanno preparando.

La nuova imposta – che è fissa (19 e 21%) e non progressiva – richiama quanto alle regole procedurale alla disciplina dell’Irpef che però, per quanto riguarda gli obblighi di versamento, è basata sull’anno solare.
Il provvedimento attuativo della disciplina fiscale sulle locazioni prevede:
– che l’esercizio dell’opzione cedolare ha effetto per l’intero periodo di durata del contratto;
– che in mancanza di manifestazione della scelta nella prima annualità del contratto, non c’è preclusione dell’opzione per le annualità successive del contratto.

Il regime previsto dalla legge sembra improntato da una forte elasticità. Un’eventualità utile, soprattutto nel caso che un immobile sia concesso in locazione con contratti diversi. Dunque nulla impedisce al proprietario di scegliere la cedolare solo per alcuni contratti.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Affitti, la cedolare secca può essere sostituita con la vecchia disci...