Il nuovo 730 è online

Tra le novità, detrazioni per l'arredo e per l'Abruzzo

Inizia la stagione del fisco. E’ online, sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, la bozza di dichiarazione semplificata, modello 730, da presentare nell’anno 2010 per i redditi del 2009.
Interessa quasi 15 milioni di contribuenti individuali, e presenta novità nel prospetto riservato al ”Coniuge e familiari a carico” e nei quadri relativi ai ”Redditi di lavoro dipendente e assimilati”, agli ”Oneri e Spese” e ai ”Crediti d’imposta”.

 

Abruzzo
La novità più significativa è forse il credito d’imposta per i contribuenti colpiti dal sisma in Abruzzo.
Nel quadro ‘G’, ”Crediti d’imposta”, e’ stata introdotta la sezione IV, per fruire del credito d’imposta con riferimento alle spese sostenute per la riparazione, la ricostruzione o l’acquisto dell’immobile danneggiato.

 

Arredo
C’è poi la detrazione del 20% delle spese per l’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Lo sconto fiscale, da ripartire in cinque anni, riguarda le spese sostenute per l’acquisto di mobili, elettrodomestici, apparecchi televisivi e computer. Gli importi potranno ora essere indicati all’interno del quadro ‘E’, ”Oneri e spese”, nella colonna 4 della sezione IV.
Sempre nello stesso quadro, ”Oneri e spese”, trova spazio la rideterminazione delle rate relativa alle spese cui spetta la detrazione del 55%. Possibilità questa che consente agli eredi e agli acquirenti di immobili oggetto di interventi di riqualificazione energetica, realizzati nel 2008, di rideterminare il numero delle rate residue.

 

Redditi bassi
Non c’è più invece lo spazio dedicato al bonus straordinario per famiglie a basso reddito (che andava da 200 a 1000 euro).
Come previsto dall’art. 1 del Dl 185 del 2008, infatti, la misura ha trovato applicazione solo nella modulistica 2009.

 

Produttività-straordinari e categorie beneficiarie di riuzioni d’imposta
In compenso, nel quadro relativo ai ”Redditi di lavoro dipendente e assimilati” ci sono 2 nuovi spazi.
Sul primo, sezione I rigo ‘C5’, si dovranno riportare le somme derivanti dall’incremento di produttività, legate al beneficio previsto per il lavoro straordinario, ora riconosciuto limitatamente alle sole somme percepite per incremento di produttività (Dl 185 del 2008).
Nello stesso quadro è stata aggiunta, inoltre, la sezione V, con un campo su cui riportare la riduzione d’imposta derivante dall’applicazione dello specifico beneficio riservato al personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico.

 

5 per mille
La bozza del modello 730/2010 non contiene, per ora, il riquadro per la scelta del 5 per mille solo perché la proroga di questa misura sarà introdotta in finanziaria con un emendamento. Al momento non c’è ancora.

Il nuovo 730 è online