730 in dirittura d’arrivo, i documenti da non scordare. Check-list

Modello 730 2014: i documenti da presentare per una compilazione corretta. E che tenga conto di tutti i possibili sconti fiscali

a cura di 
Fisco 7

I contribuenti che non hanno consegnato il modello 730/2014 al proprio datore di lavoro hanno tempo fino al 31 maggio per presentarlo ad un CAF o a un professionista abilitato (consulente del lavoro, dottore commercialista, ragioniere o perito commerciale).

Il contribuente che si rivolge a un Caf o a un professionista abilitato si trova di fronte ad una doppia opzione:
•    può consegnare il modello 730 2014 già debitamente e correttamente compilato;
•    oppure può chiedere assistenza per la compilazione.

Sia in un caso che nell’altro, il contribuente deve esibire specifica documentazione. Ecco quindi una utile check-list riepilogativa dei documenti da presentare:

•    copia del codice fiscale proprio, del coniuge e/o dei familiari a carico e relativi documenti di identità
•    copia della dichiarazione Unico o del modello 730 dell’anno precedente
•    ultima busta paga del 2014 in possesso al momento della compilazione del mod. 730/2014
•    deleghe di pagamento degli acconti Irpef (mod. F24)
•    deleghe di versamento dell’acconto e del saldo IMU (mod. F24)
•    copia della dichiarazione o della comunicazione IMU
•    modelli CUD lavoratori dipendenti, pensionati e collaboratori
•    certificazioni di indennità o delle somme erogate da Enti non segnalate al proprio sostituto d’imposta per il conguaglio
•    atto di vendita o di acquisto di terreni e/o fabbricati effettuati nel 2013 e nei primi mesi del 2014
•    documentazione relativa ad altri redditi posseduti (affitti, dividendi su utili, collaborazioni, prestazioni occasionali, ecc…)
•    ricevute e scontrini relativi a spese sanitarie
•    interessi passivi su mutui ipotecari per abitazione principale, per altri immobili, per recupero edilizio
•    spese per interventi di recupero edilizio
•    spese per interventi  di risparmio energetico
•    spese per arredo immobili ristrutturati
•    assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni
•    assicurazioni aventi ad oggetto il rischio di morte, di invalidità permanente
•    contributi volontari, contributi obbligatori e contributi relativi a personale domestico
•    contributi INAIL casalinghe
•    fondi pensione integrativi
•    fatture di pagamento per spese funebri
•    assegni periodici corrisposti al coniuge esclusa la quota di mantenimento per i figli
•    sentenza separazione/divorzio per assegni di mantenimento
•    ricevute di versamento di tasse scolastiche scuola secondaria ed universitaria
•    spese sostenute per locazioni per studenti fuori sede
•    spese sostenute per locazioni di cui alla Legge 431/98
•    ricevute e spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza
•    ricevute di versamento per erogazioni liberali ad associazioni sportive dilettantistiche,
a vari enti, istituzioni o associazioni, a partiti politici, a enti religiosi
•    ricevute per spese veterinarie
•    spese sostenute per ragazzi tra 5 e 18 anni per iscrizione annuale o abbonamento ad associazioni sportive, palestre, piscine, etc…
•    spese sostenute per la frequenza di asili nido
•    spese sostenute per contributi per il riscatto del corso di laurea
•    documenti relativi immobili e attività finanziarie detenute all’estero
•    scelta dell’8 per mille
•    scelta del 5 per mille

Antonino Salvaggio – Centro Studi CGN

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

730 in dirittura d’arrivo, i documenti da non scordare. Che...