730/2014, detrazioni e deduzioni: le spese che riducono le tasse

Spese mediche, interessi del mutuo, canone d'affitto, donazioni. Sono solo alcune delle spese che danno diritto a sconti fiscali

Si avvicina il temuto appuntamento con la dichiarazione dei redditi ed è tempo per cominciare a raccogliere le carte che possono permetterci di ridurre l’ammontare da versare al Fisco. Perché le spese che si possono dedurre o detrarre sono tante e non sempre tutte conosciute. Accanto a quelle più note – ad esempio le spese mediche, le ristrutturazioni edilizie o per il risparmio energetico, gli interessi del mutuo – ce ne sono altre che spesso vengono dimenticate.

Deduzione o detrazione?
Innanzitutto una precisazione. Tra deduzione e detrazione c’è differenza:
•  sono deducibili gli oneri che vengono "scontati" dal reddito, cioè riducono la base imponibile su cui poi calcolare le imposte;
•  sono detraibili gli importi che riducono l’imposta, cioè vengono scalati direttamente dai nostri ‘debiti’ col Fisco.

Entrambi i tipi di spese vanno indicate nel Quadro E del modello 730/2014 "Oneri e spese". 

Vediamo nel dettaglio tutti gli "sconti" ammessi per le persone fisiche

ONERI DEDUCIBILI
 

Deduzione massima
(importo o percentuale)
 Contributi previdenziali e assistenziali:
 • obbligatori
 volontari ma versati alla gestione pensionistica obbligatoria
 • versati per il riscatto della laurea
 versati per la ricongiunzione di periodi assicurativi
 per le casalinghe
  contributo Ssn compreso nel premio dello polizze Rc auto
Senza limite
di deduzione

Per la polizza Rc auto
è deducibile la parte
di contributo Ssn
superiore a 40 euro

 Contributi per previdenza complementare:
 collettiva (fondi pensione)
 individuale (assicurazioni sulla vita)
 (anche di persone fiscalmente a carico che non hanno un reddito
 sufficiente per la deduzione)
€ 5.164,57
 Contributi versati per colf
€ 1.549,37
 Erogazioni liberali (donazioni) a favore di:
 • università e fondazioni universitarie
 enti di ricerca pubblici
 enti parco
Senza limite
 Erogazioni liberali (donazioni) a favore di:
 • Onlus e associazioni di promozione sociale
 fondazioni e associazioni per la tutela dei beni storico-artistici
 e paesaggistici e per la ricerca scientifica
 • organizzazioni non governative (Ong) nei paesi in via di sviluppo (*)
 popolazioni colpite da calamità
24%
del reddito dichiarato
e comunque
max
€ 2065 euro
 Erogazioni a favore di partiti e movimenti politici tra € 50 e € 10mila
Erogazioni liberali (donazioni) a favore di istituzioni religiose (bonus esteso anche a favore dell’Unione buddhista italiana e dell’Unione induista italiana, € 1.032,91
 Assegni periodici al coniuge per separazione o divorzio ("alimenti")
 (esclusi gli importi destinati al mantenimento dei figli)
Senza limite
 Spese sostenute dai disabili (spese mediche generiche o
 specialistiche, medicinali,  spese di assistenza
Senza limite
 Spese per figli adottivi stranieri (adozione internazionale) 50% delle spese

(*) In alternativa è possibile una detrazione d’imposta del 19% dell’importo.

Va ricordato che danno diritto a detrazione anche i familiari a carico (da indicare nell’apposito spazio del frontespizio del mod. 730) a prescindere dalle spese sostenute per essi ed entro precisi limiti di reddito. 


SPESE DETRAIBILI
Detrazione massima
(importo o percentuale)
 Spese sanitarie:
 • visite mediche generiche e specialistiche
 • ticket per il Servizio sanitario nazionale
 • esami clinici
 • interventi chirurgici,
 • medicinali (anche omeopatici),
 • attrezzature sanitarie (acquisto o noleggio)
 • assistenza infermieristica
19% dell’importo
con franchigia minima di
€ 129,11
 Interessi passivi sui mutui per l’acquisto della prima casa 19% dell’importo
su un importo massimo di € 3.615,20
 

 Canone di affitto della prima casa

€ 300 per redditi fino a
€ 15.493,71
(€ 991,60 per i primi 3 anni
se si ha meno di 30 anni)
€ 150
per redditi superiori
 Affitto studenti fuori sede iscritti a università che siano almeno a 100 km da casa e fuori provincia

19%  su importo massimo di € 2.633

 Spese per ristrutturazioni edilizie 50% dell’importo
(per le spese sostenute tra il 6 giugno del 2013 e il 30 giugno del 2015)
 Spese per la riqualificazione energetica degli edifici 65% dell’importo
(con limite di spesa a 96mila euro, fino al 31 dicembre 2014)
 Spese mobili ed elettrodomestici (classe A e A+) per arredare immobile oggetto di ristrutturazione
50% dell’importo /
(tetto massimo di spesa pari a € 10 mila e gli acquisti  devono essere stati effettuati dopo il 6 giugno 2013
 Erogazioni liberali (donazioni) a favore di:
 • Onlus e associazioni di promozione sociale
 • iniziative umani
tarie
gestite da fondazioni, associazioni ed enti nei paesi non Ocse
24% dell’importo /
€ 2.065,83
 Erogazioni liberali a favore di partiti politici 24% dell’importo
 (per importi compresi tra 50 e 10mila euro all’anno)
 Erogazioni liberali a favore di associazioni sportive dilettantistiche 19% dell’importo /
€ 1.500
 Erogazioni liberali a favore di società di mutuo soccorso 19% dell’importo /
€ 1.291,14
 Erogazioni liberali a favore di istituti scolastici statali e paritari  19% dell’importo
 Erogazioni liberali a favore di enti dello spettacolo 19% dell’importo /
2% del reddito
 Premi assicurativi per polizze vita e infortuni 19% dell’importo /
€ 1.291,14
 Spese per istruzione secondaria, universitaria e di specializzazione
 presso scuole o università pubbliche o private
19% dell’importo
 Rette asili nido per figli da 3 mesi a 3 anni
19% dell’importo /
€ 632
 Abbonamenti a palestre, piscine, impianti
 o associazioni sportive dilettantistiche
19% dell’importo
 Spese per badanti
(per assistenza di persone non autosufficienti)
19% dell’importo /
2.100
 Spese veterinarie
19% dell’importo /
€ 387,34
franchigia minima
€ 129,11
 Agenti immobiliari
 
19% dell’importo /
€ 1000
 Spese funebri
19% dell’importo /
€ 1.549,37 max per ciascun decesso

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

730/2014, detrazioni e deduzioni: le spese che riducono le tasse