Scoppia il caso Djokovic: quanto perde se non va agli Australian Open

La leggenda del tennis, noto per le posizioni No vax, è al centro di una bufera per la sua partecipazione agli Australian Open

Pur tra le polemiche Novak Djokovic sembrava averla spuntata, riuscendo a partecipare all’Australian Open senza l’obbligo di fare il vaccino da lui tanto osteggiato. Ma il caso che ha travolto il tennista numero 1 al mondo si è rivelato essere solo all’inizio. Nonostante l’esenzione tanto discussa, sbarcato a Melbourne, il campione, dichiaratamente No vax, è stato fermato in aeroporto per problemi al visto e non parteciperà al torneo.

Scoppia il caso Djokovic: la vicenda

Per mettere piede sul suolo australiano è, infatti, necessario quel vaccino anti-Covid che Djokovic ha rifiutato durante tutta la pandemia e al quale si sarebbe dovuto sottoporre obbligatoriamente per partecipare all’Australian Open.

L’atleta serbo era riuscito però ad aggirare l’ostacolo, richiedendo e ottenendo dagli organizzatori del torneo un’esenzione medica che gli avrebbe evitato la puntura.

La decisione, in un Paese con rigide regole per chi entra senza vaccino, ha fatto infuriare la bufera nel mondo dello Sport, e non solo, fino ad arrivare alle più alte sfere politiche.

Mentre Djokovic era in volo per l’Oceania, annunciando di aver ottenuto il permesso con tanto di foto sorridente sui social, sulla vicenda è intervenuto il premier australiano, Scott Morrison: “Stiamo aspettando spiegazioni e prove a sostegno a questa deroga. Se queste prove saranno insufficienti, allora Djokovic non sarà trattato in modo diverso dagli altri e tornerà a casa con il primo aereo”.

Tant’è che atterrato al Tullamarine Airport di Melbourne, Djokovic è stato fermato e interrogato per oltre un’ora dall’Australian Border Force.

Scoppia il caso Djokovic: l’irregolarità sul visto

Una volta accertata l’irregolarità, la polizia di frontiera ha mandato la richiesta alle autorità dello Stato di Victoria che avevano concesso l’esenzione poche ore prima, che questa volta hanno però fatto marcia indietro respingendo il visto.

“Anche se il governo dello Stato di Victoria e Tennis Australia possono permettere a un giocatore non vaccinato di giocare gli Australian Open, il governo federale farà rispettare i requisiti per l’ingresso alla frontiera”, aveva assicurato la ministra dell’Interno di Canberra, Karen Andrews.

Scoppia il caso Djokovic: quanto perde se non partecipa

A questo punto la vicenda ha assunto sempre più i toni di un caso internazionale, dato che a Belgrado l’ambasciatore australiano Daniel Emery è stato convocato dal ministro degli Esteri.

Ma sulla vicenda sono arrivate anche le parole dure del padre di Djokovic, Srdjan: “Non ho idea di cosa stia succedendo. Tengono prigioniero mio figlio per cinque ore. Questa è una lotta per il mondo liberale, non solo una lotta per Novak ma per il mondo intero. Se non lo lasciano andare entro mezzora, ci ritroveremo per strada”.

Alla luce degli ultimi sviluppi l’atleta serbo non parteciperà all’Australian Open, il primo dei tornei dello Slam, uno dei suoi preferiti, nel quale è riuscito a trionfare per ben nove volte. A quanto è costretto a rinunciare, dunque, il numero 1 del mondo? (qui per sapere quanto guadagna Djokovic).

Da favorito per la vittoria finale il campione avrebbe potuto ambire, oltre alla possibilità di conquistare il decimo trofeo australiano, a un premio di 2 milioni 815 mila euro (qui per sapere quanto ha guadagnato il vincitore delle Atp Finals Zverev).

Ma anche senza arrivare al primo posto, Djokovic avrebbe potuto portare a casa comunque un consistente bottino, stabilito in base al piazzamento finale dalla ripartizione dei 75 milioni di dollari australiani del montepremi, poco meno di 48 milioni di euro (qui per conoscere il montepremi di Wimbledon).

Ecco come sono suddivise le quote dell’Australian Open, sia per il signolare maschile che per il femminile:

  • qualificazione primo turno: 15.500 euro;
  • secondo turno di qualificazione: 21.500 euro;
  • terzo turno di qualificazione: 32 mila euro;
  • primo round: 57.500 euro;
  • secondo round: 89.500 euro;
  • terzo round: 115 mila euro;
  • ottavi di finale: 192 mila euro;
  • quarti di finale: 384 mila euro;
  • semifinalisti: 704 mila euro;
  • secondo classificato: 1 milione 410 mila euro;
  • vincitore: 2 milioni 815 mila euro.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scoppia il caso Djokovic: quanto perde se non va agli Australian Open