Quanto guadagna Chiesa e quanto perde la Juve dopo l’infortunio

Tonfo in Borsa per il titolo della Juventus dopo l'infortunio di Federico Chiesa, uno dei suoi calciatori più rappresentativi: quanto ha perso il club

La Juventus ha vinto una partita incredibile all’Olimpico contro la Roma domenica 9 gennaio, ma durante la sfida ha perso Federico Chiesa. E, di conseguenza, anche del terreno in Borsa. Lunedì 10 gennaio, infatti, l’esterno bianconero e della Nazionale italiana si è sottoposto agli esami strumentali di rito, che hanno confermato la rottura del legamento anteriore del ginocchio sinistro: stagione finita e titolo della Juventus in picchiata. Ecco quanto ha perso in Borsa.

Infortunio Chiesa, quanto ha perso la Juventus in Borsa

Come riportato da ‘Calcio e Finanza’, il titolo della Juve ha perso il 4,08% in Borsa, chiudendo la giornata di lunedì 10 gennaio a 0,3434 euro per azione. Quello è stato il quarto giorno consecutivo in perdita per le azioni del club bianconero, con un ritorno verso i minimi fatti segnare nel 2017. Ancora alti i volumi, con 15,07 milioni di pezzi scambiati su una media quotidiana negli ultimi tre mesi pari a 12,9 milioni.

L’infortunio di Chiesa ha comportato un crollo del titolo perché si tratta di uno degli alfieri della squadra di Massimiliano Allegri: senza di lui, infatti, le chance di recuperare terreno in classifica e chiudere la stagione almeno al quarto posto si sono ridotte drasticamente, almeno a giudicare dagli investitori e dall’andamento delle azioni in Borsa. E non è la prima volta che il titolo registra una flessione importante.

Le condizioni per il riscatto di Chiesa

L’infortunio di Federico Chiesa ha poi aperto a uno scenario clamoroso: la possibilità che la Juventus non riscatti il giocatore, che ad oggi risulta in prestito dalla Fiorentina con l’obbligo di riscatto legato al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi nel corso della stagione attuale, come ad esempio la qualificazione alla prossima Champions League. Ma non solo: altri due obiettivi sono ormai ‘irraggiungibili’: si tratta del raggiungimento della quota di 10 gol e di 10 assist stagionali (Chiesa si è fermato a 4 in entrambe le voci).

A prescindere dal raggiungimento o meno dell’unico obiettivo rimasto ancora plausibile, ossia il quarto posto a fine stagione, la Juventus però dovrebbe comunque riscattare Federico Chiesa versando nelle casse della Fiorentina 40 milioni di euro. A bilancio, è già costato 12,6 milioni di euro: 10 di prestito (per la stagione 2020-21 e per quella attuale) e 2,6 già maturati. Ai 40 milioni di euro che la Juve corrisponderà ai viola andranno aggiunti poi ulteriori bonus ​per massimo 10 milioni di euro. A proposito di Juventus, quanti soldi incasserebbe se Morata andasse al Barcellona.

Quanto guadagna Chiesa alla Juve? Il suo stipendio

Il 5 ottobre 2020 è stato formalizzato il passaggio di Chiesa dalla Fiorentina alla Juventus. In quell’occasione, l’esterno offensivo ha firmato un contratto fino a giugno 2022, quando dovrebbe scattare l’obbligo di riscatto: in queste prime stagioni in bianconero, quindi, Chiesa ha guadagnato 5 milioni di euro netti all’anno.

Secondo il sito specializzato Transfermarkt, attualmente il valore di mercato di Federico Chiesa sarebbe di 70 milioni di euro. Si tratta del valore più alto raggiunto dal calciatore nella sua sin qui breve, ma vincente, carriera. Chiesa, infatti, la scorsa estate si è laureato campione d’Europa con l’Italia di Mancini. Pochi mesi prima, con la Juventus, aveva invece conquistato i primi trofei con un club: la Supercoppa italiana e la Coppa Italia. Nato nel 1997, lo scorso 25 ottobre ha compiuto 24 anni. Il giocatore della Juve che però potrebbe guadagnare di più, tra pochissimo, è Paulo Dybala: quale potrebbe essere la cifra monstre del suo stipendio.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quanto guadagna Chiesa e quanto perde la Juve dopo l’infortunio