Plusvalenze Inter, sede neroazzurra perquisita dalla Guardia di finanza

Dopo la Juventus, anche l'Inter finisce nel mirino di una Procura per delle plusvalenze ritenute sospette: sede perquisita, indagini in corso

I militari della Guardia di finanza hanno perquisito le sedi dell’Inter e della Lega Serie A nell’ambito di un’inchiesta nata dalla Procura di Milano sulle plusvalenze della società nerazzurra dal 2017 al 2019. L’indagine, al momento, è a carico di ignoti: il reato ipotizzato è di false comunicazioni sociali. Alcune settimane, nel mirino della Procura di Torino ci era finita la Juventus, sempre a causa di plusvalenze ritenute fittizie o comunque anomale. Ecco qual è la cifra contestata all’Inter.

Plusvalenze Inter, la cifra contestata al club

Nell’inchiesta a carico di ignoti della procura di Milano che oggi ha portato la Guardia di finanza a effettuare acquisizioni presso la sede dell’Inter e della Lega Calcio si stanno facendo accertamenti su plusvalenze per un totale di 100 milioni di euro, relative a due stagioni: 2017-18 e 2018-19. Farebbero riferimento alla cessione di una decina di giocatori di fascia mediobassa, alcuni anche delle giovanili.

L’indagine è nata lo scorso 9 dicembre, quando la Guardia di finanza ha trasmesso un’informativa alla Procura di Milano. Le plusvalenze in oggetto hanno inciso per il 10% dei ricavi: la tesi è che alcuni calciatori siano stati ‘sopravvalutati’ economicamente.

Nell’ipotesi d’accusa, tutta da verificare, iscrivere quelle plusvalenze potrebbe essere servito per dare ossigeno ai conti della società: mentre i costi dei giocatori vengono ammortizzati su più anni, le plusvalenze vengono iscritte nel singolo anno e incidono sui ricavi del bilancio. Per limitare queste operazioni sospette è allo studio un algoritmo per rendere il più oggettivo possibile il costo di un calciatore.

Perquisizioni anche nella sede del Milan e della Lega Serie A

La Guardia di Finanza, oltre alla sede dell’Inter, ha perquisito anche quella della Lega Serie A, al fine di raccogliere tutti i documenti relativi alle operazioni che hanno generato plusvalenze per i neroazzurri, compresi i contratti delle compravendite che sono depositati in Lega calcio (nel frattempo le brutte notizie per l’Inter non finiscono qui: l’Evergrande, società della famiglia del presidente neroazzurro Steven Zhang, sarebbe a rischio default).

Anche il Milan è finito nell’indagine della Procura di Milano per le plusvalenze fittizie. Secondo quanto riportato dal ‘Corriere della Sera’, infatti, l’indagine inizialmente ha riguardato anche il club rossonero, nei cui confronti, però, non sono emerse ipotesi di irregolarità subito dopo i primi accertamenti.

Plusvalenze, a che punto è l’indagine sulla Juventus

L’indagine che coinvolge l’Inter è autonoma, ma si muove sulla falsariga di quella aperta dai pm di Torino sulle plusvalenze della Juventus. Per quel che riguarda l’inchiesta sui bianconeri, attualmente oltre al club sono indagati anche 7 tra dirigenti ed ex (tra cui il presidente Andrea Agnelli, il vice Pavel Nedved e l’ex responsabile dell’area sportiva Fabio Paratici).

L’inchiesta, denominata ‘Prisma’, si è articolata attraverso una doppia perquisizione in una settimana giorni negli uffici del club (e a casa del legale Cesare Gabasio). Al momento, tutto il materiale sequestrato è sotto esame. Ecco cosa rischia la Juventus.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Plusvalenze Inter, sede neroazzurra perquisita dalla Guardia di finanz...