Milan, è il giorno del rinnovo di Pioli: ecco quanto guadagnerà

L’annuncio è arrivato con una diretta su Milan Tv: rinnovo di un anno con opzione per il successivo. Per la firma presenti Maldini e tutta la dirigenza

La notizia era nell’aria già da alcune settimane e alla fine è arrivata anche la tanto attesa firma nero su bianco: Stefano Pioli ha rinnovato il suo contratto con il Milan, legandosi al club rossonero fino al 2023. L’accordo è stato raggiunto dalla società con l’agente dell’allenatore – il procuratore Fifa romano Valerio Giuffrida – e prevede anche l’opzione per un ulteriore anno.

Le prime dichiarazioni del mister dopo il rinnovo sono arrivate mentre commentava in diretta tv la foto con l’abbraccio rivolto al suo calciatore Junior Messias, autore del gol vittoria nella scorsa partita contro l’Atletico Madrid di Diego Simeone. Queste le parole di Pioli: “L’ultima foto è la più fresca, per me è la più bella perché è la più recente ma mi auguro che dopo questo momento ce ne siano tanti altri molto simili. Vogliamo essere ambiziosi e costruire qualcosa di importante”.

Le reazioni del club e le parole della dirigenza

A stretto giro è arrivato anche il commento di Ivan Gazidis, amministratore delegato e direttore generale del Milan. Queste le sue frasi sul rinnovo del tecnico: “È un processo step by step. Non è necessario pensare troppo avanti solamente con i sogni. Stefano ora va a Milanello per il lavoro di ogni giorno e questo è fondamentale per il nostro progresso. Non parliamo troppo di utopie, parliamo di lavoro concreto. Stefano è perfetto per rappresentare i valori del club”.

Ma la nota più attesa era quella proveniente da un altro dirigente rossonero, quel Paolo Maldini che del Milan è stato bandiera e capitano dal 1997 al 2009. Così l’ex difensore: “Noi non facciamo un contratto solo con l’allenatore Stefano Pioli, ma lo facciamo con l’uomo. C’è un rispetto assoluto e una forte sintonia tra le parti”.

Al momento della firma erano presenti anche l’ex banchiere e attuale presidente del club Paolo Scaroni (cui lo lega un’amicizia decennale con i grandi ex Silvio Berlusconi e Adriano Galliani) e il direttore sportivo ed ex calciatore Frederic Massara.

Uno stipendio faraonico, in linea con i traguardi raggiunti

Stefano Pioli guadagnerà 4 milioni di euro a stagione, una cifra che rappresenta esattamente il doppio rispetto agli attuali 2 milioni di euro. Il tecnico, il cui contratto era in scadenza per il prossimo giugno 2022, continuerà così il suo percorso alla guida del progetto rossonero. Finora il suo cammino è stato molto soddisfacente, dopo diverse stagioni di grandi difficoltà per il club.

Pioli (originario di Fidenza, in provincia di Parma) ha preso in mano il Milan a ottobre del 2019 e ha riportato i rossoneri in Europa a distanza di 7 anni dall’ultima volta. L’obiettivo richiesto al mister era proprio questo, ovvero la partecipazione alla Champions League, la massima competizione continentale di cui il Milan è stato campione per ben 7 volte (record in Italia, secondo a livello assoluto dietro solo al Real Madrid).

Ricordiamo che nella sua carriera da allenatore, Pioli ha iniziato nel 1999 alla guida della squadra Primavera del Bologna. Poi nel corso degli anni ha occupato le panchine di Salernitana, Modena, Parma, Grosseto, Piacenza, Sassuolo, Chievo, Palermo, Bologna, Lazio, Inter e Fiorentina (qui tutti i numeri della crisi economica che sta investendo la Serie A).