Michael Jordan, asta record per le sue scarpe: quanto sono costate

È stata battuta una cifra milionaria per un paio di scarpe usate dal campione americano nell’anno 1984. Ad aggiudicarsele il collezionista Nick Fiorella

Sono passati oltre 18 anni da quel 16 aprile 2003, giorno dell’ultima gara ufficiale di quello che viene considerato il più forte giocatore di basket di tutti i tempi. Michael Jordan indossava la maglia dei Washington Wizard, l’arena era il Wells Fargo Center in Pennsylvania e gli avversari i Philadelphia 76ers.

Eppure His Airness (questo il suo soprannome ufficiale, coniato dall’emittente televisiva statunitense Espn) continua a far registrare nuovi record anche dopo aver appeso le scarpe al chiodo.

E proprio di scarpe si parla analizzando la sua ultima impresa. Un paio di Nike dai colori bianco e rosso, indossate da MJ quando vestiva la canotta dei Chicago Bulls, squadra che lo ha consacrato nella storia della palla a spicchi e con cui ha vinto la bellezza di 6 titoli Nba tra il 1991 e il 1998.

Jordan però ha iniziato a giocare con il team dell’Illinois nel 1984, ed è proprio in quella stagione che scende sul parquet con il paio di scarpe finite sotto la luce dei riflettori nelle ultime ore.

Le sneakers vendute dalla casa d’asta inglese

A realizzare lo scoop è stata Sotheby’s, tra le più importanti case d’asta del Regno Unito, fondata addirittura nel lontano 1744, ad oggi presente in tutto il mondo con centinaia di filiali (in Italia ha uffici a Roma, Milano, Torino e Firenze).

La sua sede centrale, ad esempio, è stata trasferita a New York dal 2019, anno in cui l’intera azienda è stata acquistata dalla società americana di telecomunicazioni Bid Fair. La sua sede storica rimane comunque in New Bond Street, a Londra (qui il sito ufficiale)

E così lo scorso 24 ottobre Sotheby’s ha organizzato un’asta a Las Vegas per vendere le scarpe modello “Nike Air Ship” indossate da Jordan ben 37 anni fa, precisamente il 1 novembre 1984. Sono le più vecchie sneakers calzate da MJ mai finite sul mercato e sono state battute alla cifra record di 1.472 milioni di dollari.

Nel comunicato diffuso da Sotheby’s si legge che le scarpe “sono attribuite alla quinta partita Nba di Jordan nella sua stagione da rookie del 1984 e sono precorritrici della genesi della linea Air Jordan”, la marca di calzature da ginnastica ideata direttamente dalla leggenda del basket Usa.

Nella nota dell’aziende viene riportato inoltre come “queste Air Ships bianche e rosse sono un manufatto notevole nella storia dello sport e del basket e sono state mantenute in condizioni eccellenti dal raccattapalle dei Denver Nuggets a cui erano state originariamente donate, il signor Tommie Tim Lewis”.

Fiorella, il collezionista americano pronto a tutto per MJ

Ad aggiudicarsele è stato il collezionista Nick Fiorella, risultato il miglior offerente al termine di una gara al rialzo condotta all’ultimo rilancio. Fiorella è conosciuto nell’ambiente per essere un grande appassionato di articoli sportivi storici, in particolare di quelli appartenuti alle star del basket.

Di origine europea (come suggerito dal cognome), Fiorella si trasferisce in Florida nel 1980 assieme alla moglie e ai figli. Bisognoso di trovare un lavoro stabile per sfamare la famiglia, nel giro di alcuni mesi riesce ad aprire una piccola azienda che stipula assicurazioni sanitarie, attività in cui riversa la maggior parte del proprio tempo e delle proprie energie.

Oggi – a distanza di oltre 40 anni – Fiorella Insurance è una delle agenzie più in crescita in tutti gli Stati Uniti, mentre Nick è salito agli onori della cronaca già alcuni mesi fa, sempre per la sua passione per i grandi campioni. Si era infatti aggiudicato una carta da gioco rappresentante Luka Doncic (astro nascente del basket mondiale), spendendo ben 4,6 milioni di dollari (qui il fenomeno Squid Game, la serie che fa vendere più scarpe).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Michael Jordan, asta record per le sue scarpe: quanto sono costate