Inter, Suning vende nel 2022? Chi può comprarla e a quale prezzo

I primi sei mesi del nuovo anno saranno decisivi per il futuro del club: tra un fondo saudita e una cordata americana, ecco chi può davvero permetterselo

Secondo diverse indiscrezioni circolate nei giorni tra Natale e Capodanno, si potrebbe decidere nei primi sei mesi dell’anno nuovo il futuro dell’Inter. La svolta per la cessione del club da parte della famiglia Zhang (proprietaria della società cinese Suning) dovrebbe avvenire in contemporanea con il rifinanziamento dei due bond in circolazione.

Molti esperti e commentatori hanno fatto notare come proprio in Cina i banchieri di Goldman Sachs – la  banca d’affari di riferimento della famiglia Zhang – stiano ormai da diversi mesi cercando nuove opzioni strategiche per venire incontro alle sempre più instabili finanze della multinazionale che opera nel settore della vendita al dettaglio di elettrodomestici e prodotti elettronici.

Inter e Suning: la situazione della famiglia Zhang

Tra le possibili alternative messe sul piatto dall’istituto di credito è appunto contemplata anche l’eventuale cessione del club nerazzurro. Una mossa che permetterebbe ai padroni di Suning di usufruire di nuova liquidità, che verrebbe utilizzata prevalentemente per ripianare i debiti contratti con diversi fondi internazionali nel corso degli anni proprio per finanziare le casse della Beneamata.

Oltre al mantenimento di questi barcollanti equilibri economici – fatti di contratti con decine di clausole e richieste di interessi ad alto rischio – va aggiunta anche la spinosa situazione che riguarda il rischio di fallimento dell’azienda cinese Evergrande, una grana in cui rischiano di venire coinvolti anche gli attuali proprietari del club milanese.

Inter e Suning: le indiscrezioni dei media sulle ultime operazioni

A confermare l’intricato contesto in cui tutto si sta svolgendo, ci ha pensato Carlo Festa, una delle firme più autorevoli del quotidiano ‘Il Sole 24 Ore’ e grande esperto delle vicende finanziarie legate al mondo del calcio (di recente ha scritto anche sulle presunte plusvalenze illecite nel mondo del calciomercato). Tramite un tweet postato nel giorno di San Silvestro, il giornalista ha rilanciato una considerazione riguardo gli ultimi movimenti della famiglia Zhang.

Nel testo del post – che fa seguito ad un suo articolo di qualche giorno prima – si legge: “Vedere riportate oggi le smentite dell’Inter sulla vendita è curioso. È l’azionista che decide sulla cessione e non il controllato. E a ben guardare in questo caso l’azionista risponde a decisioni prese più in alto. Osservazione. Ma a nessuno è venuto in mente che Zhang è in California in questi giorni non per parlare con compratori e nemmeno per vacanza o questioni personali? Ma perché in California ha sede Oaktree, cioè il fondo speculativo che ha prestato 275 milioni di euro all’Inter con interessi a doppia cifra?”

Inter e Suning: i risultati ci sono, l’incognita è il futuro

Nel frattempo comunque la squadra allenata da Simone Inzaghi non sembra aver risentito del rumore mediatico che si è generato attorno alla questione. L’Inter infatti viaggia a vele spiegate in testa al campionato di Serie A. Nell’ultima fase del girone di andata è reduce da ben 7 vittorie consecutive (di cui le ultime 6 senza subire nemmeno un gol), accumulando un vantaggio di 4 punti sul Milan secondo in classifica.

Anche in Europa l’Inter sta raccogliendo risultati molto soddisfacenti: il secondo posto nel girone di Champions League (dietro al Real Madrid di Carlo Ancelotti) ha permesso ai nerazzurri di qualificarsi per gli ottavi di finale – traguardo che mancava dalla stagione 2011\2012 – dove ad attenderli, tra febbraio e marzo, ci sono gli agguerriti ragazzi del Liverpool.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Inter, Suning vende nel 2022? Chi può comprarla e a quale prezzo