Coppa Italia, dove vedere la finale Juventus-Inter gratis in TV

Sarà Derby d'Italia stasera di fronte al tutto esaurito dello Stadio Olimpico di Roma, calcio d'inizio alle 21

Primo esame in questo epilogo di stagione con la finale di Coppa Italia di stasera tra Juventus e Inter. Un’occasione da non mancare per i bianconeri, dopo una stagione partita nel peggiore dei modi e una faticosa rimonta fino al traguardo della qualificazione in Champions. Per l’Inter, nell’annata della ricostruzione post-scudetto senza Lukaku e Hakimi, con il nuovo mister Simone Inzaghi che può già vantare una Supercoppa in bacheca e una corsa scudetto fino all’ultimo colpo con il Milan.

Coppa Italia, finale Juventus-Inter gratis: le probabili formazioni

Come ogni Derby d’Italia che si rispetti, la partita si è accesa già prima di mettere piede in campo. Ci ha pensato nella conferenza stampa pre-gara il capitano della Juventus, Giorgio Chiellini, che parlando di un suo possibile ritiro a fine stagione ha fatto un bilancio dei successi nei 17 anni bianconeri:  “Sarebbero venti più uno, anche se non lo possiamo dire”, ha detto sorridente il difensore azzurro, alludendo allo scudetto cancellato da Calciopoli.

Come avevamo scritto qui, Chiellini darà l’addio alla Nazionale il prossimo 1 giugno a Wembley contro l’Argentina, ma sul fatto che quella di stasera possa essere o meno la sua ultima partita con la Juventus ancora non vuole sbilanciarsi: “Viviamoci questa Coppa e poi vediamo” ha detto spiegando di attendere dopo la finale per parlare del suo eventuale futuro in dirigenza col presidente Agnelli.

Il capitano bianconero sa che un’eventuale vittoria avrà un peso per la prossima stagione, ma innanzitutto darebbe un significato diverso a quella che sta per finire (qui avevamo spiegato quanto guadagna chi vince la Coppa Italia).

È la torta, non la ciliegina” ha detto l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri.

La squadra ha iniziato male, ma abbiamo fatto una rincorsa raggiungendo un risultato importante ed entrando in Champions – è stata l’analisi del tecnico in conferenze – Poi a fine stagione ci metteremo lì per ripartire più avvantaggiati perché saremo già da un anno insieme. Ora abbiamo la Coppa Italia: portarla a casa sarebbe carino, poi avremo le ultime due partite e dovremo cercare di finire la stagione al meglio per poter programmare subito la prossima”.

Allegri metterà in campo la Juventus con un 4-4-2 che può diventare all’occorrenza 4-2-3-1, con: Perin; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Cuadrado, Zakaria, Rabiot, Bernardeschi; Vlahovic, Dybala.

In un Olimpico tutto esaurito i bianconeri si troveranno di fronte un’Inter, che in tutta la stagione non sono ancora riusciti a battere: pareggio a ‘San Siro’ nella gara d’andata in campionato, sconfitta in quella di ritorno e nella finale di Supercoppa Italiana, ai supplementari. (qui avevamo scritto delle differenze sul mercato tra Juve e Inter in occasione del derby di ritorno di Serie A).

“Ripensando alla presentazione dell’8 luglio, credo sia stato fatto un grandissimo lavoro. Non mi sarei aspettato un anno così positivo” ha presentato così la partita alla vigilia, il tecnico nerazzurro Simone Inzaghi.

Dobbiamo lasciare da parte il campionato – ha sottolineato l’allenatore delll’Inter – Avremmo voluto giocare alla fine di questa Serie A, ma è stato deciso così a inizio anno e non è un problema. Ci adeguiamo”.

“È importante per tutti, con lo staff sappiamo cosa abbiamo fatto e da dove siamo partiti. Le aspettative sono cresciute e sono bene accette, abbiamo vinto il primo trofeo a gennaio ma nel calcio non dobbiamo ricordare, ma guardare al futuro che è domani” ha detto ancora.

L’Inter dovrebbe scendere in campo nel consueto 3-5-2 con: Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Brozovic, Barella, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Lautaro.

Coppa Italia, finale Juventus-Inter gratis: statistiche e dove vederla in TV

Sarà la terza volta che le due squadre si sfideranno in finale: nei precedenti l’ha sempre spuntata la Juventus (4-1 nel 1959 e 1-0 nel 1965). Quella tra bianconeri e nerazzurri è il confronto andato in scena più volte nella Coppa Italia: 33 i precedenti, con i bianconeri avanti sui nerazzurri per 15 vittorie a 10 (8 i pareggi).

La Juventus è la squadra che è arrivata più volte in finale di Coppa Italia (21 inclusa questa) e che ha vinto più volte la competizione (14). Se dovesse vincere sarebbe la quinta squadra dei maggiori cinque campionati europei in grado di conquistare 15 volte la più importante coppa Nazionale dopo il Barcellona, l’Athletic Bilbao, il Bayern Monaco e il Real Madrid.

Massimilano Allegri potrebbe così diventare il primo allenatore nella storia a sollevare la Coppa Italia per la quinta volta (al momento è a quota quattro, come Sven-Göran Eriksson e Roberto Mancini).

Dall’altra parte Simone Inzaghi potrebbe riportare il trofeo ai nerazzurri dopo 11 anni e diventare il secondo allenatore, insieme a Roberto Mancini, a vincere la Coppa sia alla guida delle Lazio che dell’Inter.

Calcio d’inizio alle 21 allo stadio Olimpico di Roma. La partita è trasmessa in esclusiva sui canali Mediaset, in chiaro su Canale 5 e in streaming su Mediaset Play, disponibile pc, smartphone e tablet, ma è possibile guardarla anche collegandosi con il sito Sportmediaset.it. Telecronaca affidata a Riccardo Trevisani, con il commento tecnico di Massimo Paganin.