Al via la Coppa Davis 2021: tutte le cifre del ricco montepremi

18 squadre nazionali si contendono l’Insalatiera dal 25 novembre al 5 dicembre. Sarà la Spagna a difendere il titolo (e i tanti milioni di euro in palio)

Dopo la scorpacciata di emozioni alle Atp Nitto Finals di Torino che hanno incoronato Alexander Zverev, il tennis mondiale conclude la stagione con dieci giorni di fuoco. I giocatori di tutto il mondo sono infatti pronti a darsi battaglia per aggiudicarsi la prestigiosa Coppa Davis, il torneo più antico di sempre riservato alle squadre nazionali.

Dopo oltre 18 mesi di qualificazioni, spareggi e molti inevitabili rinvii a causa della pandemia (i primi match si sono svolti a inizio marzo 2020, a pochi giorni dal primo lockdown), a contendersi la cosiddetta Insalatiera – nome che si richiama alla forma del trofeo – saranno 18 team divisi in sei gironi da tre squadre ciascuno (i Round Robin).

Tra questi c’è anche l’Italia (inserita nel gruppo E con Stati Uniti e Colombia), che è anche tra i paesi ospitanti della fase finale insieme a Spagna e Austria. Gli stadi designati ad ospitare la rassegna sono rispettivamente il Pala Alpitour di Torino (già sede delle Finals), la Telefonica Arena di Madrid – dove si svolgeranno anche le semifinali e la finalissima – e il Palazzetto di Innsbruck.

Regolamento, programma e pronostici

Il format prevede che per ogni confronto vengano disputati due incontri del singolare e uno del doppio, tutti in programma nella stessa giornata. Ogni partita viene giocata al meglio di tre set, ognuno dei quali può concludersi al tie-break in caso di parità sul punteggio di 6 game pari.

Le vincenti di ciascun gruppo, più le due migliori seconde, hanno accesso alla fase a eliminazione diretta. In caso di parità di punti, i criteri per stabilire le posizioni in classifica (e, di conseguenza, anche quali siano le migliori seconde) sono i seguenti:

  • maggiore percentuale di incontri vinti
  • maggiore percentuale di set vinti
  • maggiore percentuale di game vinti
  • vincitrice del confronto diretto nel gruppo di Round Robin
  • in caso di ulteriore parità, passano il turno le squadre che il lunedì della settimana in cui si gioca la fase finale (29 dicembre) hanno le migliori posizioni nel ranking per nazioni della Coppa Davis

A difendere il titolo conquistato due anni fa è la stessa Spagna, mentre la Russia di Medvedev e Rublev sembra poter vestire il ruolo di favorita. Ogni squadra ha la possibilità di convocare 5 giocatori e di inserirli nei match a proprio piacimento.

Premi milionari per tutti, vincitori e sconfitti

C’è grande attesa per vedere in campo le stelle del tennis mondiale. Aspettative legittimate anche da un montepremi davvero milionario (in linea con le cifre previste anche dagli altri principali tornei della stagione) che l’International Tennis Federation (ITF) ha messo in palio. Un obiettivo succulento per le tante federazioni ridotte allo stremo di risorse dopo la forzata inattività di buona parte del 2020.

I cinque giocatori che conquisteranno l’Insalatiera si divideranno 1,43 milioni di euro e la federazione di appartenenza vedrà arricchire le proprie casse di ben 1,08 milioni di euro. I finalisti sconfitti dovranno “accontentarsi” di 1,55 milioni di euro, mentre 741mila euro andranno alla federazione.

Anche la semplice partecipazione assicura 526mila euro per squadra (da suddividere tra gli atleti) e 262mila euro alla rispettiva federazione. Di seguito lo schema completo dei premi:

  • Vincitori _ 1,43 milioni di euro (da dividere tra i giocatori) + 1,08 milioni di euro (alla federazione)
  • Finalisti perdenti _ 1,55 milioni di euro + 741.000 euro
  • Semifinalisti _ 1,33 milioni di euro + 657.000 euro
  • Quarti di finale _ 1,12 milioni di euro + 526.000 euro
  • Partecipazione _ 526.000 euro + 262.000 euro

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Al via la Coppa Davis 2021: tutte le cifre del ricco montepremi