Renato Sanches al Paris Saint-Germain, affare fatto: l’offerta record

I francesi beffano il Milan, da tempo interessato al portoghese. Il punto sulle altre trattative, con due olandesi per protagonisti: Wijnaldum e Depay

Il calciomercato è entrato decisamente nella sua fase calda e ha visto numerosi “colpi”, grandi e meno grandi, a livello internazionale. Anche in Italia, dove il trasferimento di Dybala alla Roma (ecco la sua storia in 10 numeri) e di Di Maria e Pogba alla Juventus sono soltanto alcuni dei grandi colpi di scena pre-campionato.

Dopo Adli, Origi e l’ultimissimo arrivo di Charles de Ketelaere, il Milan ha visto però sfumare un affare a lungo inseguito e desiderato: quello del centrocampista Renato Sanches, che invece ha ceduto alla corte del ricchissimo Paris Saint-Germain per un’offerta davvero difficile da rifiutare.

Il PSG beffa il Milan: le cifre dell’affare Sanches

Il portoghese classe 1997 del Lille ha infine accettato l’offerta del PSG per il trasferimento a titolo definitivo. L’accordo tra il calciatore e il club è stato raggiunto nella notte, stabilendo una cifra di tutto rispetto: 15 milioni di euro. La proposta della società parigina corrisponde grossomodo a quella avanzata dal Milan (16 milioni di euro), ma alla decisione hanno contribuito anche fattori non strettamente economici. L’offerta iniziale del PSG per aggiudicarsi Sanches era stata addirittura inferiore e, pertanto, respinta dal Lille: prestito con obbligo di riscatto a 10 milioni di euro (sull’altra sponda del Naviglio, l’Inter registra conti a rischio e mercato a rilento: Zhang pronto a vendere?).

A Parigi il centrocampista percepirà uno stipendio annuale di circa 5 milioni di euro netti a stagione più bonus. Una somma più alta rispetto a quella che gli avrebbe garantito il club italiano (3,5-4 milioni di euro netti a stagione). A orientare la scelta di Sanches verso i campioni di Francia è stata inoltre la presenza nel club dell’allenatore Christophe Galtier e del dirigente Luis Campos, conosciuti durante la sua esperienza al Lille.

Perché il colpo Wijnaldum alla Roma è legato all’affare Sanches

Quello del calciomercato è una sorta di “gioco” a metà tra il domino e gli scacchi, nel quale la stipula di un contratto o anche un semplice interesse per un giocatore possono produrre effetti su altre squadre, sconvolgendone anche i piani. Per il Paris Saint-Germain, a “sbloccare” l’acquisto di Renato Sanches è stata anche la partenza di un centrocampista in rosa, fresco di approdo in Serie A. Si tratta dell’olandese Georginio Wijnaldum, in procinto di trasferirsi alla Roma dopo l’accordo raggiunto con i vertici parigini.

I giallorossi dovrebbero pagare 5 dei 7,2 milioni attualmente percepiti dal calciatore, che rinuncerà ad almeno 1 milione lordo di bonus. La formula finale, come richiesto dalla Roma, dovrebbe essere quella del prestito con diritto di riscatto.

Trattativa fra Juventus e Barcellona per Depay

In Italia tiene banco anche un altro affare di mercato, al momento però fermo allo stato di trattativa: quello che vedrebbe il trasferimento di un altro olandese, Memphis Depay, alla Juventus. L’attaccante è ai ferri corti col Barcellona e sta cercando di risolvere il contratto che lo lega al club catalano, il quale chiede 20 milioni di euro ai bianconeri per la cessione del cartellino.

La Juve preferirebbe la formula del prestito con obbligo di riscatto. Uno scenario che richiederebbe però il rinnovo di Depay col Barça, visto che l’attuale contratto scadrà a giugno 2023. La società torinese è in vantaggio, ma la concorrenza per l’attaccante ex United si fa pressante con l’interesse da Premier League (i già citati Red Devils e il Tottenham) e Ligue 1 (PSG, ancora una volta, e Lione).