Jacobs e Tamberi, ancora loro: quanto guadagnano i due campioni

Proprio come alle Olimpiadi di Tokyo, la coppia di atleti ha sbaragliato la concorrenza trionfando agli Europei di Monaco: la cifra che porteranno a casa

Che agosto fosse il mese dell’atletica – per le temperature miti che abbracciano tutto l’emisfero nord del nostro pianeta, dall’Europa agli Stati Uniti a buona parte del continente asiatico – era un fatto noto a tutti gli addetti ai lavori e ai tanti appassionati delle sue moltissime discipline. Ma che potesse diventare il mese dell’atletica italiana, questo era davvero difficile da ipotizzare solamente dodici mesi fa, visti i risultati medicamenti scadenti che negli ultimi anni avevano accompagnato le prestazioni dei nostri connazionali presenti nelle competizioni internazionali.

Ma il 1°agosto del 2021 ha rappresentato una data spartiacque nella storia dello sport azzurro e da allora – ossia da quando Gianmarco Tamberi e Marcell Jacobs hanno portato a casa l’oro olimpico nelle rispettive discipline, ossia il salto in alto e la corsa sui 100 metri – è stato un profluvio continuo di successi e grandi emozioni. Rimanendo con la memoria alla magica rassegna di Tokyo, vanno infatti ricordate anche le vittorie del team italiano nella 4×100 uomini e quelle di Antonella Palmisano e di Massimo Stano nelle rispettive marce di 20 chilometri, oltre a tutte le altre che hanno permesso all’Italia di raggiungere quota 40 medaglie totali tra ori, argenti e bronzi, un risultato mai raggiunto prima nella storia dei cinque cerchi.

L’atletica italiana in cima al mondo con Jacobs e Tamberi: i trionfi dei due campioni

Lo straordinario successo conseguito dalla spedizione azzurra in terra giapponese sarebbe dunque bastato già di per sé a riscrivere le pagine sportive più belle del nostro Paese. Ma a distanza di soli dodici mesi i due ragazzi divenuti le icone di quell’estate hanno deciso di regalarci nuove e quanto mai inaspettate emozioni. Non tanto per il loro valore chiaramente indiscusso, ma quanto per le molte delusioni che avevano inanellato nell’avvicinamento ai campionati europei che si stanno svolgendo in Germania, a Monaco di Baviera.

Marcell Jacobs, troppo spesso vittima degli infortuni, si era ritrovato a saltare buona parte delle gare di preparazione alla manifestazione e lo stesso lo si può dire per Gianmarco Tamberi, presentatosi di frequente a mezzo servizio e lui stesso molto dubbioso sulla prestazione che avrebbe potuto sostenere in questi giorni. Invece, i due atleti per l’ennesima volta hanno dato prova del loro immenso valore, sbaragliando la concorrenza dei rivali e salendo di nuovo sul gradino più alto del podio.

Quanto hanno guadagnato Jacobs e Tamberi con le vittorie del 2021 e del 2022

Ma quanto hanno guadagnato i due campioni con il filotto di trionfi del 2021 e del 2022? Mettendo a confronto il montepremi di quest’anno con quello di dodici mesi fa, il paragone è davvero impietoso e mostra tutti i limiti organizzativi delle competizioni iridate continentali rispetto alla sontuosa macchina amministrativa che il CIO (il Comitato Olimpico Internazionale) mette in moto per lo svolgimento della rassegna olimpica ogni 4 anni.

La cifra che Tamberi e Jacobs hanno incassato per aver ottenuto il primo posto a Tokyo – così come tutti gli altri atleti che hanno contribuito alla conquista delle 10 medaglie d’oro italiane – era stata di ben 213 mila euro. Numeri ben lontani da quelli che girano nel mondo del calcio, del tennis, del basket o dei motori, ma un montepremi che comunque rende onore alla prestazione di chi si distingue con un primato a livello mondiale. A Monaco invece gli azzurri riceveranno in dote un riconoscimento economico davvero molto modesto, se si pensa che ai vincitori delle varie discipline è riservato un premio di soli 8.750 euro.