Le aliquote Irpef

Cinque scaglioni di reddito e altrettante aliquote di tassazione progressive. Le ipotesi di ritoccare le cifre che scandiscono l'Irpef sono rimaste sul tavolo e l'imposta si applica al pari degli anni precedenti

Le aliquote Irpef (Imposta sui Redditi delle Persone Fisiche) rimangono invariate. Quindi gli scaglioni di reddito e le relative percentuali d’imposta in vigore sono ancora quelle introdotte dalla legge finanziaria per il 2007, che ha rimodulato il carico fiscale.
L’Irpef è una tassa progressiva la cui percentuale (aliquota) di prelievo aumenta all’aumentare dei redditi percepiti in base alle cinque fasce reddituali denominate scaglioni.

Tuttavia, se non conoscete la vostra aliquota, non preoccupatevi. Ai fini della compilazione del modello 730, non è necessario conoscere le aliquote applicabili perché i calcoli delle imposte non spettano al contribuente bensì al datore di lavoro o all’ente previdenziale (sostituti d’imposta), al Caf o al commercialista.

Ecco, in ogni caso, le aliquote attualmente in vigore:

Reddito imponibile Aliquota Irpef (lorda)
fino a 15.000 euro: 23% 23% del reddito
• da 15.001 a 28.000 euro: 27% 3.450 + 27% sulla parte oltre i 15.000 euro
• da 28.001 a 55.000 euro: 38% 6.960 + 38% sulla parte oltre i 28.000 euro
• da 55.001 a 75.000 euro: 41% 17.220 + 41% sulla parte oltre i 55.000 euro
• oltre 75.000 euro: 43% 25.420 + 43% sulla parte oltre i 75.000 euro

 

Speciale Modello 730 guida alla dichiarazione dei redditi 2013: Vedi anche
Le aliquote Irpef