Carta d’Identità Elettronica: quando è prevista la prima emissione a Venezia?

Carta d'identità elettronica a Venezia: ecco quando il Comune comincerà il processo di ammodernamento del sistema demografico e cosa comporterà la sostituzione

La carta d’identità elettronica a Venezia, così come negli altri comuni d’Italia, farà parte di un processo volto all’ammodernamento del sistema demografico. Il Ministero degli Interni, mediante la Circolare n.10 del 2016, ha infatti stabilito delle date ben precise a partire dalle quali i comuni coinvolti potranno cominciare a sostituire il documento tradizionale. Per quanto riguarda la carta d’identità elettronica a Venezia, questa verrà rilasciata a partire da settembre e, in particolar modo, da lunedì 12 a venerdì 16. Il rilascio della tessera plastificata nel capoluogo veneto avverrà per ultimo, così come accadrà per altre grandi città come Milano e Torino.

Per poter effettuare la richiesta è necessario presentarsi, previo appuntamento, presso l’Ufficio Anagrafe e compilare il modulo: dopo 6 giorni la CIE sarà pronta per il ritiro. La Circolare n.10 del Ministero degli Interni ha di fatto sancito l’inizio di un processo graduale volto alla sostituzione dell’ormai obsoleta carta d’identità cartacea. Nonostante possa sembrare una innovazione nel campo demografico, già nel 2000 si era assistito ad una fase sperimentale che prevedeva il rilascio del documento di riconoscimento nel nuovo formato in 156 comuni d’Italia.

Il rilascio della carta d’identità elettronica a Venezia, così come nelle altre città, comporterà anche un passo in avanti verso la lotta alla contraffazione: la tessera plastificata è stata ideata cercando di rendere il più difficile possibile la falsificazione. Ciò è stato reso possibile mediante l’utilizzo di due sistemi di sicurezza: il microchip e i codici. La carta d’identità disporrà in effetti della tecnologia dei circuiti integrati per permettere il caricamento e la lettura di alcune informazioni riguardanti il titolare, come la foto e le impronte digitali.

Inoltre, per rendere ancora più sicuro il processo di identificazione, verranno consegnati anche tre codici, PIN, PUK e CHIP, che saranno utili rispettivamente per attivare la scheda, per sbloccarla in caso di digitazione errata del PIN e per bloccarla in caso di furto o smarrimento. Oltre a ciò, la carta d’identità offrirà anche dei vantaggi pratici, di cui se ne potrà usufruire nella vita quotidiana: in concomitanza con la diffusione della CIE, si sta ideando un sistema per poter pagare bollette, ticket sanitari e multe. Inoltre, nei Paesi dell’UE aderenti, potrà valere anche come passaporto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Carta d’Identità Elettronica: quando è prevista la prima emiss...