Carta d’Identità Elettronica: quando è prevista la prima emissione a Pisa?

Carta d'identità elettronica a Pisa: presto anche la provincia toscana rinnoverà il documento di riconoscimento. Ecco cosa cambia e quali vantaggi ci sono

La carta d’identità elettronica a Pisa, così come nelle altre province della penisola italiana, sarà un ulteriore passo verso l’ammodernamento del sistema demografico. L’idea, nata nel 1997, avrà una concreta applicazione solo nel 2016, grazie alla Circolare n.10 del Ministero dell’Interno. Ma cosa comporterà la sostituzione del tradizionale documento di riconoscimento cartaceo con quello plastificato? Innanzitutto la carta d’identità elettronica (CIE) renderà ancora più difficile tutte le operazioni relative alla contraffazione dei documenti. Questo perché su ciascuna tessera verrà inserito un microchip identificativo contenente una foto e le impronte digitali dell’intestatario.

Inoltre vi sarà la possibilità di indicare sul documento se si vuole donare gli organi in caso di morte. Su banda ottica, invece, saranno presenti altre informazioni come nome e cognome, data di nascita, codice fiscale, cittadinanza, comune di residenza, firma ed eventualmente un’indicazione riportante la validità all’espatrio. Al momento i vantaggi che sono previsti con il nuovo documento di riconoscimento riguardano solo la tutela della privacy, ma si sta comunque progettando un sistema ad esso connesso che permetterà in un futuro non troppo lontano di poter pagare bollette, multe e ticket sanitari con l’utilizzo della tessera elettronica.

Come precedentemente accennato, il progetto di diffusione di questo nuovo sistema demografico è iniziato in precedenza, grazie alla sperimentazione in 156 comuni italiani. Adesso verrà resa disponibile la carta d’identità elettronica a Pisa e nelle altre province italiane. Le date dell’inizio dell’operazione di ammodernamento sono state stabilite dal Ministero dell’Interno con la Circolare n.10 e sono state scelte in modo tale che il processo si possa concretizzare in maniera graduale.

Tra i primi comuni coinvolti c’è giustappunto quello di Pisa che dal 4 all’8 luglio, insieme a Prato, Poggio a Caiano e Forte dei Marmi, daranno il via alla diffusione del nuovo sistema demografico. La carta d’identità elettronica a Pisa verrà rilasciata previo appuntamento presso l’Uffico Anagrafe del Comune. Per avviare la richiesta bisogna munirsi del documento di riconoscimento scaduto, mentre non sono necessarie le fototessere in quanto la registrazione è digitale. Nel momento del rilascio verranno anche consegnati, insieme alla tessera elettronica, tre codici in busta chiusa che sono il PIN, il PUK e il CIP.

Carta d’Identità Elettronica: quando è prevista la prima emiss...