Carta d’Identità Elettronica: quando è prevista la prima emissione a Palermo ?

Carta d'Identità Elettronica a Palermo: il documento digitale sarà disponibile a breve? Ad oggi la CIE è pronta solo in alcune città siciliane

Ad oggi la Carta d’Identità Elettronica a Palermo, non è ancora richiedibile. Infatti, il capoluogo siciliano è rimasto escluso dalla lista dei 153 Comuni pubblicata dal Ministero degli Interni con circolare n° 10 del 2016. Nell’isola, stanno già usufruendo del nuovo documento gli abitanti di Nicolosi e Ragusa dove, all’inizio del mese, sono partite le prime richieste da parte dei cittadini. L’ emissione della nuova Carta d’Identità Elettronica in Italia è iniziata il 4 luglio e proseguirà fino al mese di settembre 2016. L’ obiettivo è di ricoprire tutto il territorio italiano entro il 2018.

È ipotizzabile, quindi, che la Carta d’Identità Elettronica a Palermo sarà pronta nel corso dell’anno prossimo, anche se per adesso non è ancora disponibile la data ufficiale. Nell’attesa, i cittadini palermitani, continueranno ad utilizzare il documento cartaceo. È bene sapere, comunque, che la carta d’identità digitale andrà a sostituire gradualmente i documenti tradizionali. Infatti, sarà possibile averla in caso di rinnovo, smarrimento o deterioramento del vecchio documento. Per la richiesta, sarà possibile concordare un appuntamento con l’Anagrafe online.

Il costo complessivo sarà di 22 euro ed il chip contenuto nella tessera, in futuro, sarà in grado di interfacciarsi con tutti i principali uffici della Pubblica Amministrazione. Per ricevere la Carta d’Identità a Palermo, non sarà più necessario consegnare le fototessere a mano, ma sarà possibile utilizzare fotografie digitali salvate su una memoria esterna USB. L’ufficio anagrafico provvederà ad inviare il plico alle apposite agenzie di stampa che stamperanno fisicamente la tessera. I tempi di consegna, dalla data di richiesta da parte del cittadino, saranno di soli 6 giorni. La nuova tessera verrà consegnata a mezzo posta presso l’indirizzo di residenza del richiedente.

Al fine di garantire la massima sicurezza del documento, all’interno del quale, oltre ai dati anagrafici saranno contenuti anche ulteriori informazioni personali, il progetto prevede l’invio di due codici di sblocco per fare l’autenticazione. Per la precisione, si tratterà di un codice PIN e di un PUK, che il titolare dovrà usare per accedere ai servizi. Per la Carta d’Identità Elettronica a Palermo , i cittadini dovranno attendere ancora, contrariamente a molti altri abitanti della Sicilia, come ad esempio i residenti a Corfù ed a Brolo, che in questi giorni stanno ricevendo le prime tessere.

Carta d’Identità Elettronica: quando è prevista la prima emissione a Palermo ?
Carta d’Identità Elettronica: quando è prevista la prima emiss...