Carta d’Identità Elettronica: quando è prevista la prima emissione a Milano ?

La carta d'identità elettronica a Milano sarà disponibile tra il 5 ed il 9 settembre. Come richiedere la nuova CIE, tempi di attesa e nuove funzioni integrate

Milano, la carta d’identità elettronica sarà emessa a partire dal mese di settembre 2016. In particolare, le prime CIE dovrebbero essere consegnate tra il 5 ed il 9 del mese. Si tratta di un progetto ideato nel lontano 1997, anno in cui per la prima volta venne prospettata l’introduzione di un documento d’identità in formato elettronico. Il progetto vedrà a breve la luce, non solo nel capoluogo lombardo, ma in oltre 200 comuni italiani. In alcuni di essi, tra cui Grottaferrata, in provincia di Roma, le prime tessere sono già state consegnate ai cittadini.

Poiché la nuova tecnologia necessita di appositi strumenti per essere creata, il Ministero degli Interni ha deciso di scaglionare l’introduzione della tessera digitale tra i mesi di luglio e settembre. Come ottenere il nuovo documento? Per chiedere la carta di identità elettronica a Milano, sarà possibile prenotare un appuntamento online tramite il sito del Comune, per poi recarsi presso la propria anagrafe evitando di fare la coda. Inoltre, grazie alle nuove regole sarà possibile presentare la fototessera in formato digitale, tramite una semplice chiavetta USB, invece che in formato cartaceo.

I dati forniti saranno trasmessi all’ IPZS, che provvederà a stampare la tessera e a consegnarla al domicilio del proprietario. I tempi di evasione, da quando viene effettuata la richiesta, sono di circa 6 giorni. Unitamente alla Tcarta d’identità elettronica, anche a Milano, saranno forniti i codici di accesso PIN e PUK, simili nel funzionamento a quelli di una Sim Card. La validità della CEI sarà di 10 anni per tutti i cittadini maggiorenni, di 5 anni per chi ha un’età compresa tra i 3 anni ed i 18, e di 3 anni per i bambini di età inferiore, appunto, ai 3 anni.

Tra le novità della carta di identità elettronica, vi sarà la possibilità di accedere direttamente a molti servizi pubblici. Attualmente il sistema a supporto di tali operazioni non è ancora stato integrato, ma le prime operazioni potrebbero cominciare nel 2017. Inoltre, come riportato dal Ministero degli Interni, all’atto di richiesta della nuova CEI, il cittadino dovrà fornire anche le proprie impronte digitali ed il consenso alla donazione degli organi in caso di morte. Una serie di elementi che andranno a completare le informazioni contenute nella tessera, leggibili tramite il microchip.

Carta d’Identità Elettronica: quando è prevista la prima emissione a Milano ?
Carta d’Identità Elettronica: quando è prevista la prima emiss...