Telegram lancia la sua criptovaluta con un’offerta Ico monstre

Telegram lancia un'Ico per far nascere la propria moneta: obiettivo 1,2 miliardi di dollari. Ma dopo la prima fase pre-sale sembrano destinati a aumentare.

Il mercato delle criptovalute è in espansione? Pare proprio di sì, anche Telegram infatti ha lanciato una raccolta di fondi per produrre la propria moneta. Un progetto che ha già attirato gli investitori, come dimostrano i primi numeri.

L’Initial Coin Offering: Ico – l’offerta di moneta iniziale, che è ormai un mezzo di crowdfunding finanziario – infatti è molto elevata e si aggira sui 1,2 miliardi di dollari. Questa cifra potrebbe essere destinata ad aumentare, in base a chi decide di investire. La criptovaluta, ha un valore minimo, e l’aumento è quello che permette guadagni molto interessanti. Gram è il nome del token (ovvero una singola moneta dell’Ico proposta da Telegram) è ha un valore di 30 centesimi di dollaro, cifra in oscillazione in base alle richieste. Le Ico sono un mezzo per raccogliere denaro che sta iniziando a essere molto sfruttato in particolare da startup, perché permettono di ottenere liquidità, promettendo guadagni agli investitori.

E su questo mercato ha scelto di lanciarsi anche il celebre servizio di messaggistica istantanea Telegram, che entra così nel settore, sempre più in espansione, della moneta digitale.

La proposta è stata suddivisa in due tranche. Una che ammontava a 600 milioni di dollari,  privata e che è stata indirizzata a investitori istituzionali. Questa prima fase si è conclusa a febbraio. L’altra, che si aggira sulla stessa cifra, è aperta a al pubblico e si svolge a marzo. Un progetto molto invitante, perché piuttosto elevato, che piace in particolare a chi investe anche per sentire l’ebbrezza del rischio. E il fatto che la proposta di Telegram sia piaciuta lo dimostrano anche i dati: pare infatti che nella fase pre-sale si sia arrivati a quota 850 milioni di dollari, come ha fatto sapere Business Insider. Superando, quindi, i 600 milioni che si erano prefissati.

La moneta di Telegram, quindi, dovrebbe chiamarsi Ton (Telegram Open Network) e potrà servire per essere utilizzata per piccoli pagamenti e scambi sulla chat.

Telegram è nata nel 2013 da i due fratelli Nikolai e Pavel Durov, già conosciuti anche per aver creato Vk, maggiore social usato in Russia. È molto simile a WhatsApp ma è famosa per la sicurezza che garantisce a chi ne fa uso. Oggi ha raggiunto la cifra considerevole di quasi 180 milioni di utenti attivi al mese.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Telegram lancia la sua criptovaluta con un’offerta Ico mons...