Il risveglio di Nano, il gigante addormentato delle criptovalute

La crescita di NANO sta impressionando tutti gli azionisti, e davvero s’inizia a pensare che possa davvero dare del filo da torcere a Bitcoin

Chi si avvicina per la prima volta al mondo delle criptovalute, sicuramente è più ferrato nel conoscere il funzionamento di Bitcoin, e ignora l’esistenza di un altro mondo parallelo che si muove accanto e in alternativa alla moneta creata da Satoshi Nakamoto. Come NANO, ad esempio: sapevate che ha un potenziale incredibile?

È una moneta relativamente recente (almeno per quanto riguarda il suo nome), ma NANO è sicuramente una delle criptovalute da tenere d’occhio sul mercato. Le sue quotazioni sono molto salite negli ultimi mesi e, chi all’inizio la guardava con sospetto, adesso si deve ricredere: NANO ha tutte le carte in regola per proporsi come rivale diretta di Bitcoin.

Considerata il “gigante che dorme”, NANO non richiede attività di mining ed è priva di costi di transazione. A differenza di Bitcoin, inoltre, è decisamente più veloce e immediata. Una delle critiche più forti che vengono mosse alla moneta di Satoshi Nakamoto, infatti, è che è estremamente lenta, cosa che le avrebbe fatto perdere diversi investitori e quotazioni sul mercato. NANO è in grado di elaborare mille transazioni in più rispetto a Bitcoin nella stessa unità di tempo, caratteristica che la rende particolarmente adatta per i micro pagamenti p2p istantanei, che avvengono in tempo reale.

A differenza di Bitcoin e di altre criptovalute, NANO non si fonda sul sistema della blockchain, ma sul grafismo aciclico diretto e su una nuova tecnologia chiamata block-lattice, ossia i cosiddetti “blocchi a reticolo”. In questo modo, ogni utente ha la sua blockchain nella quale è in grado di controllare il processo di convalida delle azioni. Visto che non sono coinvolti altri miners – cosa che invece accade con la blockchain tradizionale di Bitcoinla transazione finanziaria è molto veloce. Ed è questo che segna il vero punto di forza di NANO, che diventa giorno dopo giorno una criptovaluta cui i mercati guardano con interesse.

Un tempo NANO era conosciuta come RaiBlocks e il suo simbolo era XRB. Non è proprio una moneta recentissima quindi, ma ha cambiato nome per essere più appetibile agli occhi degli investitori. Staremo a vedere cosa accadrà nei prossimi mesi e se – come alcuni dicono – NANO supererà davvero Bitcoin.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il risveglio di Nano, il gigante addormentato delle criptovalute