Oggi si possono pagare le vacanze in Bitcoin

In Emilia Romagna sarà possibile prenotare una stanza e pagare online tramite Bitcoin: ecco dove

Il Bitcoin, la “moneta” virtuale che non ha un corrispettivo in un oggetto materiale (non è una banconota di carta), è la criptovaluta più diffusa al mondo.

Se ne parla tanto e deve le sue origini a un inventore anonimo, conosciuto con il nome di Satoshi Nakamoto. I bitcoin, a differenza delle monete comunemente utilizzate nella quotidianità, non vengono emessi da una banca o da un’autorità centrale. Possono però essere usati da tutti e da qualunque parte del mondo per l’acquisto di ogni bene, ad esempio un’auto o un pc.

Nelle transazioni online il Bitcoin ha mostrato di possedere un controvalore molto variabile: se in un determinato mese poteva essere valutato anche oltre i 750€, dopo diversi mesi, questo valore poteva salire anche a 14.000€ e più.

La diffusione della criptovaluta si sta estendendo a macchia d’olio tanto da aver attirato l’interesse di ristoratori e albergatori. Infatti, da oggi si potrà andare in vacanza e prenotare con la moneta virtuale. Il metodo di pagamento tramite Bitcoin è stato attivato da “Ai Frutti di una volta”, un bed & breakfast romagnolo che fa parte del Consorzio Visit Ferrara. La struttura è la prima in Emilia Romagna e anche una delle poche a livello nazionale, a consentire la prenotazione del soggiorno online pagando con la diffusa criptovaluta.

Per effettuare il pagamento con questa modalità, è necessario che l’hotel o la struttura alberghiera possegga il sistema Simple Booking, ovvero il primo booking engine che ha integrato i Bitcoin. Il meccanismo è molto semplice ed è quello di un portale bancario. Il cliente effettua il pagamento in Bitcoin e questo viene poi trasferito immediatamente nel portafoglio virtuale della struttura. L’albergatore deciderà se conservare l’importo in criptovaluta o se convertirlo in euro.

La crescente attenzione verso questa innovativa modalità di pagamento sta interessando inoltre diverse aziende e strutture turistiche in generale. Soprattutto in Emilia Romagna, si registra un aumento degli albergatori che permettono ai turisti di pagare direttamente in reception con i Bitcoin, ma il b&b di Visit Ferrara è il primo ad aver inaugurato il pagamento di una stanza, dopo aver effettuato una prenotazione online.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Oggi si possono pagare le vacanze in Bitcoin