Dipendenza da Bitcoin? In Scozia arriva un centro di riabilitazione

In Scozia è nato il primo reparto di riabilitazione per chi ha sviluppato dipendenza da criptovalute

I Bitcoin sono ormai il trend del momento. Sempre più negli ultimi mesi se ne parla, sempre più decidono di investire tempo e denaro.

Ci sono però investitori che hanno tratto notevoli soddisfazioni e chi invece, migliaia se non milioni, che hanno tentato la fortuna investendo grandi cifre nelle criptovalute digitali più in voga del momento. La convinzione di aver trovato l’El Dorado con le criptomonete è tale che stanno emergendo sempre più problematiche importanti collegate alla compulsività che per alcuni assume il trading. Ciò è causato proprio all’estrema altalena tipica delle valute digitali.

Per rispondere a questo problema, che sta diventando sempre più rilevante, in Scozia è nato il primo reparto di riabilitazione contro la dipendenza dalle criptovalute. Si tratta di una sorta di rehab simile a quello a cui sono sottoposti i giocatori d’azzardo o chi fa uso di droghe e sostanze stupefacenti. Chris Burn è uno dei terapeuti del centro, aperto nel Craig Castle Hospital di Edinburgo, e ha affermato a riguardo: “il mercato delle criptovalute è ad alto rischio e coinvolge molto i giocatori online. Questi avvertono una forte eccitazione e fuga dalla realtà, anche a causa dei sogni di ricchezza che una valuta come i Bitcoin fanno balenare in mente. Si tratta di una tipica situazione a bolla che va interpretata e seguita con estrema concretezza”.

I problemi sono molti: la convinzione ad esempio di diventare ricchi in modo “semplice”, la possibilità di fuggire da una realtà insoddisfacente, senza molti sforzi, l’eccitazione e l’attesa del risultato simili a quelle che scattano nei giocatori d’azzardo, la speranza di riuscire a “vincere” al prossimo investimento.

È necessario valutare attentamente per capire se una persona è realmente affetta da dipendenza da trading di criptomonete. L’ospedale ha quindi definito 12 punti per definire la patologia: in particolare alcuni sono caratteristici e prevedono il trascorrere molte ore a scommettere sulle piattaforme dedicate, investire gran parte dei propri beni in Bitcoin e simili valute digitali, credere che sia facile avere un guadagno immediato. La terapia messa a punto nella regione scozzese è basata sulla terapia cognitivo-comportamentale ed ha l’obiettivo di far riconoscere ai pazienti la problematica, di rendersi conto delle conseguenze e imparare a controllare gli impulsi per poter uscire dalla mania e dalla dipendenza.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dipendenza da Bitcoin? In Scozia arriva un centro di riabilitazio...