In Gibilterra la prima squadra di calcio che sarà pagata con Bitcoin

I Bitcoin saranno le monete virtuali con le quali verranno pagati i calciatori di una squadra di calcio in Gibilterra

Criptovalute: argomento di grande attualità e di interesse per gli appassionati, che suscita sempre più curiosità anche tra i non esperti.

La moneta virtuale per eccellenza sta riscontrando un vero e proprio successo sul mercato: non è solo una moda, ma una modalità reale di pagamento con cui effettuare acquisti o prenotare una vacanza online. A differenza delle tradizionali banconote a cui si è abituati, le criptovalute sono virtuali e per questo non vengono depositate presso le banche. Ad aver già mostrato un particolare interesse nelle potenzialità dei Bitcoin ci sono stati ristoratori e albergatori: in Emilia Romagna infatti, è presente un bed & breakfast dove è possibile prenotare il soggiorno online e pagare con la moneta virtuale. E anche il mondo del calcio non poteva stare a guardare e senza andare troppo lontano geograficamente parlando, ecco che arriva la notizia secondo la quale un’intera squadra di calcio, ben presto verrà pagata proprio con i Bitcoin.

Non è la prima volta che accade qualcosa di simile nel calcio: alcuni giocatori infatti vengono pagati dai rispettivi club proprio in criptovalute. Un esempio è Omer Faruk Kiroglu, ingaggiato dall’Harunustaspor e che riceve una parte del suo compenso in Bitcoin, ma anche l’Arsenal, ha stretto da poco un accordo commerciale con una società che fa utilizzo delle criptovalute, per le scommesse online.

Ora però, a essere pagata in questa modalità sarà un’intera squadra di calcio. Si tratta del Gibriltar United che ha come presidente Pablo Dana, conoscitore e allo stesso tempo investitore delle monete virtuali. Così facendo il Gibilterra si configura come uno dei primi Paesi che supporta legalmente un settore in crescente sviluppo. I calciatori della squadra, verranno pagati in monete digitali anche per combattere la sempre più dilagante corruzione che investe il settore calcistico: “Hanno avuto l’intelligenza di creare una piattaforma normative – dice Pablo Dana – e di collegarvi le normative antiriciclaggio”.

Dunque dalla prossima stagione calcistica, i calciatori della Gibiltrar United saranno pagati in Bitcoin, un modo anche per facilitare i giocatori stranieri che potrebbero avere non poche difficoltà ad aprire conti in Gibilterra.

In Gibilterra la prima squadra di calcio che sarà pagata con Bit...