Si guadagna di più minando i Bitcoin o speculando sulle criptovalute?

È meglio agire come minatore e controllando la blockchain, oppure speculare sulle criptovalute? La risposta è: dipende. Ecco perché

Le criptovalute fanno gola, perché promettono  guadagni. Ma per chi si vuole lanciare in questo mercato la domanda sorge spontanea, volendo parafrasare un noto giornalista. È meglio investire nel processo di mining  oppure speculare?

La risposta è semplice e al tempo stesso non totalmente completa, perché sostanzialmente dipende. Le variabili in gioco sono molte.

Ma innanzitutto cerchiamo di capire cos’è il mining. Si tratta dell’attività di controllo delle transazioni. Le criptovalute lavorano su blockchain, catene virtuali che contengono dei blocchi che riportano tutti i passaggi della moneta virtuale. Il mining è il controllo effettuato con computer o altri dispositivi dai “minatori”. Il guadagno arriva dopo ogni attività di controllo

Quando si vuole comprendere a quanto ammonta il ritorno di un investimento nel mining di criptovalute bisogna, ad esempio, valutare i costi del computer, dell’energia che si utilizza e capire il livello di concorrenza e competitività. In parole povere: più sono le persone su una determinata criptovauta, meno si guadagna. Quindi bisogna valutare la tipologia di moneta elettronica e il momento in cui si decide di operare, calcolando come variano i prezzi e quanto vale.

Secondo uno studio della Jacobs School dell’Università di San Diego è più conveniente essere minatori, perché questa attività è anche la meno rischiosa e offre un guadagno reale. La ricerca americana ha analizzato 18 criptovalute, escludendo alcune delle più famose (come i Bitcoin) e indirizzandosi si quelle più alternative (le Altcoin). Le valute sono state studiate nella fase iniziale, concentrandosi in particolare su guadagni e potenzialità di investimento. Secondo quanto riportano i risultati, nella prima settimana dalla nascita di una nuova criptovaluta il guadagno giornaliero, per chi fa attività di controllo, si sposta in un range che va dal 7 al 18 per cento. Chi punta sulle speculazioni può aspettarsi un più 1 per cento giornaliero. In questo caso molto dipende da chi decide di investire, che deve avere la prontezza di entrare e uscire dal mercato nel momento giusto e più conveniente.

Va anche ricordato e sottolineato che per fare mining serve una grande potenza di calcolo e un grande dispendio di energia elettrica e quindi il computer di casa da solo non basta.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Si guadagna di più minando i Bitcoin o speculando sulle criptovalute?