Cosa sono le balene del Bitcoin e come influenzano le criptovalute

Nel mare dei Bitcoin, bisogna stare attenti alle attività delle balene: ecco chi sono e come agiscono

Li chiamano “balene”, ma non hanno nulla del pacioso cetaceo che si aggira per i mari insieme al branco. Sono i detentori della maggior parte dei bitcoin esistenti, persone che tengono nelle loro mani il 40% della ricchezza mondiale in criptovalute. Secondo una ricerca della società AQR Capital Management, le balene sarebbero circa mille. Pensate che stiano ferme e guardare mentre i piccoli pesci vendono e comprano moneta virtuale? Vi sbagliate di grosso.

Se c’è una frase che il piccolo avventore nel mondo dei Bitcoin dovrebbe tenere a mente è “attenti alla balena” (il lupo ormai ha perso il suo primato da un pezzo). Sono chiamati così i colossi del Bitcoin, ossia quelle persone che – sin dal 2009 – hanno accumulato un’enorme ricchezza in criptovalute. Se pensate che questi signori stiano fermi a godere del loro benessere, vi sbagliate di grosso: perché il loro compito principale è quello d’influenzare il mercato – vendendo o comprando – e volgerlo a loro vantaggio. Per questo, quando si va ad acquistare o cedere Bitcoin, bisogna innanzitutto stare attenti a ciò che fanno le balene, altrimenti si corre il rischio di perdere una quantità notevole di moneta. Se invece s’imbocca la giusta corrente, c’è solo da guadagnare.

Le azioni delle balene non sono casuali, ma calcolate nei minimi dettagli. La maggior parte sono persone che hanno iniziato a comprare Bitcoin sin dalla loro comparsa in rete nel 2009, ed è probabile che si conoscano – e si mettano d’accordo – tutte quante. Non essendoci una legge che legittima i Bitcoin, non esistono nemmeno delle norme che regolano o vietano queste speculazioni. Se nei mercati finanziari classici esistono disposizioni specifiche che regolamentano i cartelli o le azioni di gruppi di pressione, la stessa cosa non vale per l’universo delle criptovalute, che soffre di un sostanziale vuoto legislativo. Alcune piattaforme di compravendita dei Bitcoin si sono quindi organizzate autonomamente per prevenire e punire qualsiasi attività che vada a influenzare l’andamento delle transazioni. Ma non è sufficiente.

La balena più importante e influente è chiaramente Satoshi Nakamoto, il misterioso inventore del Bitcoin. Di lui non si conosce l’identità, ma solo che dovrebbe avere 1miliardo e 300milioni in criptovaluta. E sono i suoi spostamenti a causare i maggiori tsunami sul mercato.

Cosa sono le balene del Bitcoin e come influenzano le criptovalut...