CoinMiner, il virus che si introduce nei dispositivi e genera Bitcoin

Si chiama CoinMiner il nuovo temibile virus che si introduce nei dispositivi e genera a vostra insaputa Bitcoin

Mentre il dibattito sui Bitcoin e le criptomonete si fa sempre più acceso, gli esperti hanno lanciato l’allarme riguardo l’esistenza di nuovi virus che generano la moneta virtuale all’insaputa degli internauti. Si tratta del temibile CoinMiner, un malware decisamente potente che sta facendo moltissimi danni sul web. Dopo essersi “infiltrato” nei dispositivi, questo virus realizzato dagli hacker, genera silenziosamente Bitcoin.

Per “adescare” le proprie vittime i criminali del web utilizzano dei metodi molto semplici, inserendo il virus all’interno di software pirata che si possono scaricare su Internet. Al loro interno sono contenuti anche programmi che consentono di produrre di nascosto la criptomoneta. L’allarme è stato lanciato da due famose società di sicurezza: Eset e Kaspersky Lab.

Secondo gli ultimi dati resi noti dalle società CoinMiner ha già registrato un picco di infezioni dei vari dispositivi pari al 38 per cento. Il malware ha colpito soprattutto l’Europa, dove nelle ultime settimane si è registrato un aumento delle segnalazioni. I paesi più “infettati” sono stati la Slovacchia (48%) seguita da Grecia (36%) e Spagna (36%).

La frode identificata dagli esperti di Kaspersky Lab la frode viene realizzata distribuendo e installando di nascosto all’interno dei pc degli ignari utenti un software mining, ossia in grado di produrre bitcoin. CoinMiner, come sottolineano i tecnici, si può trovare ovunque, in particolare nei software pirata usati per l’intrattenimento o il lavoro, come gli editor di testo o di foto. Una volta che i dispositivi sono infettati garantiscono alti profitti ai criminali del web creando la criptomoneta.

“Anche se ad alcune persone potrebbe andar bene che uno sconosciuto diventi più ricco a spese proprie – ha spiegato in un comunicato Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab -, noi consigliamo agli utenti di opporsi a questi tentativi perché anche se non vengono condotti con software nocivi standard rappresentano comunque un’attività fraudolenta”.

CoinMiner, il virus che si introduce nei dispositivi e genera Bitcoin
CoinMiner, il virus che si introduce nei dispositivi e genera Bit...