VEGA C, firma con Airbus

Stagione di annunci per il settore lanciatori. Dopo la scelta di Ariane 5 come vettore che porterà in orbita l’erede di Hubble, il James Webb Telescope, ora è il turno di VEGA C. Il lanciatore, in fase di sviluppo negli stabilimenti Avio, si è aggiudicato il primo contratto commerciale con Airbus.L’accordo, siglato da Arianespace e Airbus al salone dello spazio di Le Bourget, riguarda due lanci previsti per il 2020. I due contratti, portano a quota quattro i lanci di VEGA C già definiti a partire dal 2019.“Si tratta di un’attenzione eccezionale per un nuovo prodotto che beneficia dell’eccellente risultato ottenuto fino ad ora con il nove lanci perfetti di Vega – ha commentato il presidente dell’ASI Roberto Battiston – questa è la dimostrazione concreta della space economy e conferma il successo dell’operazione di ingresso in borsa di Avio.Si conferma in questo modo la bontà delle scelte effettuate dall’Italia e dall’ASI in occasione dei consigli ministeriali del 2014 in Lussemburgo e del 2016 a Lucerna”.

VEGA C ha da poco completato la prima prova funzionale dell’involucro del motore, nel quartier generale di Colleferro. Airbus sarà il primo cliente ad usufruire della versione avanzata del razzo, che avrà a bordo un motore molto più leggero che garantirà una maggiore efficienza delle prestazioni rispetto al passato.

L’attuale versione del lanciatore ha una capacità di carico di 1,5 tonnellate, il VEGA C sarà in grado di aumentare il peso dei payload fino a 700 chili in più. Tutto questo sarà consentito da un maggiore spinta fornita dal primo stadio, il P120 C, che verrà utilizzato anche per l’Ariane 6. “Avio oggi è una solida realtà industriale quotata in borsa a maggioranza italiana riferimento della filiera spaziale italiana – ha concluso Battiston – che si dimostra in grado di giocare un ruolo sempre più forte nel contesto della crescita del settore spaziale a livello mondiale”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

VEGA C, firma con Airbus