Un ‘pugno’ d’energia cosmica

(ASI) – Le esplosioni di supernova associate alla morte di una stella sono tra i fenomeni più energetici dell’Universo. Ma ora un nuovo ‘concorrente’ acquista un posto d’onore tra i primati dell’Universo: si tratta del misterioso ‘fischio cosmico’ conosciuto come Fast Radio Burst.

Un nuovo studio della Penn State University ha infatti dimostrato che questi ‘lampi radio veloci’ (abbreviati FRB, dall’inglese) possono rilasciare una quantità di energia sotto forma di raggi gamma un miliardo di volte superiore rispetto a quanto si pensasse.

I risultati sono stati pubblicati su Astrophysical Journal Letters.

Noti da tempo agli astrofisici, i Fast Radio Burst sono una categoria di enigmatici segnali radio, della durata di appena qualche millisecondo, che appaiono senza preavviso nel cielo.

Ma questa è la prima volta che emissioni non radio (bensì gamma) siano associati a FRB: la scoperta amplifica così la portata del fenomeno, arrivando a paragonarlo a un vero e proprio ‘pugno’ energetico.

“Abbiamo dimostrato che alcuni di questi Fast Radio Burst – spiega Derek Fox della Penn State University – possono manifestarsi sia come fischi che come esplosioni, e questo rivoluziona la nostra idea di FRB.”

La sembianza di fischio, associata alla natura radio degli FRB, era già stata determinata dalle osservazioni effettuate con i radiotelescopi. Invece il nuovo volto di questo fenomeno, l’esplosione associata ai raggi gamma, è stato smascherato grazie a osservazioni satellitari.

In prima fila c’è la missione Swift della NASA, che ha anche permesso una stima più dettagliata della frequenza di queste esplosioni nel cielo: più di quanto pensassimo, dal momento che i Fast Radio Burst si verificano da qualche parte nell’Universo oltre 2.000 volte al giorno.

Un ‘pugno’ d’energia cosmica