Un frisbee galattico nell’occhio di Hubble

Occhi “diversi” sulle galassie a spirale. Il longevo telescopio internazionale Hubble, dopo averci regalato panorami galattici dagli angoli più remoti del cielo in 27 anni di carriera, ha puntato i propri “occhi” su NGC 1448, galassia a spirale contenuta nell’Orologio a pendolo – costellazione a 50 milioni di anni luce dalla Terra – mostrandola in una prospettiva insolita rispetto a quella in cui siamo abituati a vedere oggetti di questo tipo.Le galassie a spirale sono oggetti celesti massicci popolati da stelle disposte a spirale, in moto perpetuo intorno al nucleo galattico, solitamente immortalati da una prospettiva (terrestre) frontale. Per questo motivo essi ci appaiono massicci, brillanti e di forma all’incirca circolare, con i bracci che si dipanano simmetricamente dal centro.Viste di “faccia”, queste galassie sono ben riconoscibili e disponibili a regalarci una gran quantità di dettagli utili a ricostruirne la storia evolutiva. Un esempio è la suggestiva “banda” di Messier 51 ripresa dallo stesso Hubble.Il versatile telescopio stavolta ha azzardato una “licenza poetica”, realizzando un ritratto di spigolo: soggetto dello scatto una regione di NGC 1448. Il gruppo di astri con dispiegamento a spirale è stato osservato di fianco mentre Hubble era in orbita attorno alla Terra: la galassia così appare più simile ad un ovale che ad un tondo. Quasi un frisbee scintillante, con i bracci della spirale appena riconoscibili. La “rivoluzionaria” immagine di spigolo è stata catturata dalla Wide Field Camera 3 del longevo osservatorio, operativo ancora almeno fino al 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Un frisbee galattico nell’occhio di Hubble