Titolo a La Burgoneta Espacial

(ASI) – Si è conclusa a Brema in Germania l’edizione 2017 dello European CanSat Competition. Ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio i ragazzi spagnoli de La Burgoneta Espacial, davanti agli irlandesi di Canny Potter e ai polacchi di CANpernicus.

CanSat, iniziativa promossa da ESA e indirizzata agli studenti delle scuole secondarie, è la simulazione di un satellite reale, integrato nel volume e nella forma di una lattina. Il nome dell’iniziativa mette infatti insieme i termini inglesi SAT per satellite e CAN per lattina.

Utilizzando un volume minimo di dimensioni standard (66 millimetri di diametro, 115 mm di altezza, 370 grammi di massa), i dispositivi devono essere in grado di misurare temperatura e pressione dell’aria, una volta lanciati con un apposito razzo ad un’altitudine di circa un chilometro. Senza dimenticare la trasmissione di dati in tempi reali e le missioni secondarie che si possono richiedere alle “sonde in lattina”.

CanSat offre agli studenti un’opportunità unica di avere una prima esperienza pratica di un progetto spaziale reale. Essi sono responsabili di tutti gli aspetti: individuazione degli obiettivi di missione, progettazione del CanSat, selezione delle missioni, integrazione dei componenti, tests, preparazione del lancio e infine analisi dei dati scientifici ottenuti.

Principale obiettivo del satellite/lattina vincente, La Burgoneta Espacial, era quello di trovare un pianeta capace di sostenere la vita umana (misurare le radiazioni UV e la CO2), ottenere informazioni dall’indagine topografica per scegliere il punto di atterraggio giusto per le missioni future e trasmettere informazioni audio/video in diretta al pubblico.

Tra i finalisti anche una squadra italiana, quella del Liceo “Tassoni” di Modena che ha ospitato e vinto la finale della 4° Italian CanSat Competition. Il loro progetto, FluoSat, prevedeva un’attività secondaria di spettroscopia, mentre obiettivo finale era la possibile produzione, tramite batteri, di sostanze utili all’uomo come l’insulina.Maggiori informazioni si possono trovare sul sito ESA.

Titolo a La Burgoneta Espacial