Terzo successo per New Shepard

Un nuovo importante passo in avanti verso l’era del turismo spaziale ed il riutilizzo dei vettori per viaggi orbitali a costi “ridotti”. Questo l’obiettivo centrato dalla Blue Origin di Jeff Bezos – fondatore di Amazon e proprietario del Washington Post – lo scorso 2 aprile: poco dopo le 17 italiane, la compagnia del magnate americano ha lanciato e ricondotto sulla terra ferma per la terza volta consecutiva in cinque mesi il New Shepard, il razzo spaziale americano, rivale del “Dragon” alla sua terza sortita in carriera.

La Blue Origin così segna un ulteriore punto a suo favore nella corsa allo spazio in forma privata con tecnologia riutilizzabile, superando la concorrenza della SpaceX: il New Shepard infatti, dopo aver superato brillantemente il primo e il secondo test di volo, effettuati a novembre 2015 e gennaio 2016, ha completato con esito positivo anche la terza prova: decollato dal deserto del Texas, il vettore ha raggiunto la quota record di 103,37 km di apogeo ed è atterrato con una manovra al millimetro, realizzata con la riaccensione del propulsore BE-3 ritardatadai 1500 fino a 1100 metri di altezza.

Anche la capsula, destinata in un futuro ad ospitare equipaggio umano, è giunta integra al suolo, grazie al sistema frenante azionato con il rilascio dei suoi tre paracadute. Attraverso i test di volo, la Blue Origin sta testando la performance e valutando margini di miglioramento dei propri vettori in vista di futuri viaggi spaziali. Secondo le intenzioni di Bezos, il New Shepard sarà una porta di accesso allo spazio in grado di lanciare la moda del turismo in quota già entro il 2018, traghettando in microgravità fino sei facoltosi esploratori spaziali per volta. A posto dell’equipaggio umano per il momento due esperimenti: BORE per studiare l’interazione in assenza di peso di frammenti di rocce, con l’obiettivo di comprendere le dinamiche dei piccoli asteroidi e COLLIDE per esaminare l’impatto in microgravità tra un oggetto e la polvere.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Terzo successo per New Shepard