SpaceX a quota tre

SpaceX sale a quota tre. L’azienda di Elon Musk, si è aggiudicata il lancio del satellite SWOT il terzo dopo Jason- 3 e il telescopio TESS, il cui lancio è programmato nel 2017. SWOT (Surface Water and Ocean Topography) è una missione che ha l’obiettivo di monitorare la superficie delle acque terrestri per osservarne i cambiamenti nel corso del tempo.SWOT partirà nel 2021 a bordo del Falcon 9. Fa parte della serie di 15 missioni a tema ambiente proposti dal National Research Council nel 2007: una volta in orbita, sarà in grado di osservare il 90% delle acque della Terra effettuando due passaggi ogni 21 giorni.

Il satellite è frutto della collaborazione tra NASA e CNES, l’agenzia spaziale francese. La NASA fornirà la piattaforma di lancio di Vanderberg in Virginia, il supporto a terra e alcune parti della strumentazione, come il ricevitore GPS, il radioaltimetro e l’interferometro in banda K. Il costo totale della missione ammonta a 1,1 miliardi di dollari – di cui 300 milioni da parte francese -, un budget decisamente più alto delle due precedenti (82 milioni per Jason-3 e 87 per TESS).

Nel dettaglio, per SWOT il costo finale include i pagamenti alle altre organizzazioni che hanno il compito di fornire supporto ai servizi di lancio. Il contributo francese a SWOT riguarda la fornitura del radar altimetro Poseidon e la piattaforma satellitare, compresa di integrazione e fase di test.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

SpaceX a quota tre