SLS 2.0, al via i test

Mentre al Michoud Assembly Facility della NASA sta prendendo forma lo Space Launch System (SLS), sistema di lancio erede dello Space Shuttle, gli ingegneri dell’agenzia spaziale americana stanno già facendo nuovi test per sviluppare i veicoli del futuro.

Sede di questa fase sperimentale è una galleria del vento nella Silicon Valley, all’Ames Research Center della NASA.

“L’aeronautica – commenta Jeff Bland, direttore delle operazioni – segnerà la strada per l’evoluzione dei nuovi razzi.”

È infatti proprio questa disciplina la regina indiscussa delle gallerie del vento, strumenti fondamentali per studiare il flusso dell’aria attorno a un corpo.

Nel caso della seconda generazione di SLS, gli ingegneri della NASA hanno messo a punto modelli in scala dei razzi che saranno configurati per trasportare navicelle con astronauti, e li hanno posizionati nella galleria del vento. Qui hanno dato il via a centinaia di test, con l’obiettivo di verificare la resistenza del nuovo vettore di lancio nel corso di ogni singola fase della missione.

SLS 2.0 sarà in grado di trasportare 115 tonnellate, contro le 77 del sistema attuale: un carico notevole, adatto alle missioni con equipaggio.

E infatti spetterà proprio al nuovo Space Launch System il compito di portare fino a quattro astronauti attorno alla Luna in occasione del secondo lancio di Orion, in vista delle future missioni nello spazio profondo e infine su Marte.

“Nel corso di questi test – spiega John Blevins, ingegnere leader di SLS a Marshall per l’aereodinamica e l’acustica – stiamo valutando tutte le fasi aerodinamiche più critiche, dal momento in cui il razzo lascerà il Vehicle Assembly Building a Cape Canaveral fino al lancio e all’accelerazione oltre alla barriera del suono.”

Ulteriori test, programmati per l’autunno 2017, si concentreranno in particolare sul delicato momento dell’oscillazione transonica nelle missioni con equipaggio.

“Ci aspettiamo che alla fine di questi test – conclude Blevins – avremo tutti i dati aerodinamici necessari per il miglioramento del sistema di lancio. Saremo così pronti per il primo volo con astronauti, previsto per il 2021, e per quelli successivi.”

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

SLS 2.0, al via i test