Sagittario a tinte forti

Nuovo scatto al cielo del Sagittario firmato Hubble. Il longevo telescopio spaziale, al lavoro dal 1990 per offrire una finestra sull’Universo nella luce visibile dalla sua orbita terrestre bassa, ha realizzato una nuova suggestiva immagine della costellazione del Sagittario: pennellate rosse e blu emergono dal buio in primo piano, in contrasto con le migliaia di piccole luci remote accese sullo sfondo, mentre grandi bracci brillanti, disposti perpendicolarmente tra loro quasi a creare delle croci, si dipanano dal centro delle stelle di maggiori dimensioni. La cartolina dal Sagittario è stata composta a partire dai dati raccolti dal telescopio, accentuando e ottimizzando lo stacco cromatico: i “soggetti stellari” risplendono in colori diversi a seconda delle differenti temperature superficiali, legate perlopiù all’età della stella. Dell’immagine, resa nei minimi dettagli grazie alle capacità osservative dell’Advanced Camera for Surveys di Hubble, colpisce la nitidezza del colore degli astri – blu brillante per i più giovani e caldi, rosso per i più freddi, perché piccoli o anziani – e la struttura luminosa a forma di croce che appare nel centro degli oggetti più grandi. Questa caratteristica configurazione a croce – la stessa utilizzata dai bambini per stilizzare una stella – non ha nulla a che fare con le proprietà delle stelle osservate, ma è generata da un vizio ottico legato alla configurazione di Hubble e al disturbo provocato dall’atmosfera. Nonostante si tratti di un “errore” – noto come picco di diffrazione – gli astronomi non smettono di sorprendersi ed ammirare le cartoline realizzate da Hubble e dal suo occhio “artistico”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sagittario a tinte forti