Panoramica laterale per NGC 1055

(ASI) – Questa variopinta striscia di stelle, gas e polvere è NGC 1055, una galassia a spirale. Catturata dal Very Large Telescope dell’ESO, è circa il 15% più grande della Via Lattea. NGC 1055 non mostra i caratteristici bracci vorticosi di una spirale, perchè è vista di taglio: sono comunque visibili strani intrecci nella struttura, causati probabilmente dall’interazione con una grande galassia vicina.

Le varie galassie a spirale sparse nell’Universo possono essere orientate in una direzione qualsiasi rispetto alla Terra. Ne vediamo qualcuna dall’alto, come la galassia a vortice NGC 1232. Le galassie così orientate mostrano chiaramente i bracci fluenti e il nucleo brillante con preziosi dettagli, ma rendono difficile apprezzarne la forma tridimensionale.

Una visione laterale delle galassie consente una panoramica sulla distribuzione delle stelle al loro interno. La materia si distribuisce allontanandosi dal piano galattico, luminoso e quasi accecante, diventando a mano a mano osservabile più chiaramente sullo sfondo scuro del cosmo.

Una prospettiva di questo tipo permette agli astronomi di studiare la forma complessiva del disco esteso di una galassia e di studiarne le proprietà, come la distorsione, una delle caratteristiche rilevate anche in NGC 1055. La galassia mostra regioni di particolare torsione e disordine nel disco, probabilmente dovute all’interazione con la vicina galassia Messier 77, che ha una regione centrale molto brillante alimentata da un buco nero supermassiccio (è uno degli esempi più vicini di ciò che gli astronomi chiamano galassia attiva). La distorsione è visibile nell’immagine: il disco di NGC 1055 è leggermente deformato e sembra ondulato all’altezza del nucleo.

Panoramica laterale per NGC 1055