Finale Mission X con AstroLuca

Gran finale con l’astronauta Luca Parmitano per Mission X, il progetto didattico internazionale sul tema dell’attività fisica e della corretta alimentazione. La giornata conclusiva si è svolta presso il Centro di Geodesia spaziale dell’Agenzia Spaziale Italiana di Matera. L’ASI coordina infatti in Italia questa manifestazione internazionale, promossa dalla NASA e dall’Agenzia Spaziale Europea, che coinvolge ben 29 paesi.Come è noto l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha individuato nell’obesità infantile una delle questioni più gravi per la salute pubblica: una sana alimentazione e un’attività fisica regolare sono le risposte migliori a questo problema largamente prevenibile.Gli astronauti conoscono l’importanza dell’addestramento fisico per il successo di una missione spaziale e vogliono promuovere presso i ragazzi di tutto il mondo l’importanza di una vita sana. E non poteva quindi mancare un testimonial adeguato per l’occasione: Luca Parmitano, astronauta ESA, colonnello dell’aeronautica militare, protagonista per 166 giorni nello spazio con la missione Volare dell’ASI accolto da oltre duecento ragazzi in visita al centro.

“Il pubblico dei giovanissimi è il mio pubblico preferito – racconta Parmitano – e sono molto contento perché si parlerà di due argomenti che mi stanno molto a cuore: la buona alimentazione e l’attività fisica”. “Due aspetti molto importanti – prosegue l’esploratore spaziale dell’ESA – per un astronauta, ma non soltanto. La raccomandazione per tutti i giovani è di tenersi in forma perché curare l’alimentazione e il fisico è un investimento sul futuro”.

Per crederci basta fare attenzione sulle attività previste da “Mission X – Allenati come un astronauta“: Ritorno alla stazione base, Addestramento fisico dell’equipaggio, Una camminata nello spazio, Missione: CONTROLLO!, Salto sulla luna, Esplora e scopri, Astrocorso di agilità, Velocità della luce, L’allenamento di un astronauta in erba, Creazione di un equipaggio, Scaliamo una montagna su Marte, Pianeta che vai, gravità che trovi, Salta sulla bicicletta spaziale e Roll ‘n Roll spaziale. E poi ci sono i moduli didattici di scienze che includono Ossa vive, ossa forti, Stazione di idratazione, Energia di un astronauta e Gravità ridotta, pochi grassi.

In questa giornata conclusiva si è svolta la premiazione del miglior video sul tema realizzato dalle oltre 40 scuole di tutta Italia, con un coinvolgimento di ben 2000 ragazzi. Ad essere premiato un istituto di Matera, il Giovanni Pascoli, il cui video è visibile qui.

Per le scuole che volessero cimentarsi in questo progetto didattico ricordiamo che a breve, il prossimo settembre, ripartono le iscrizioni per la nuova edizione. Troverete il bando e le norme di iscrizione sul sito dell’ASI.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Finale Mission X con AstroLuca