Mimas “tampona” gli anelli

(ASI) – “Tamponamento” sul Grande Raccordo… planetario. La longeva missione Cassini, la sonda internazionale realizzata con un importante contributo italiano, operativa dal 2005 intorno a Saturno, ha realizzato un nuovo ritratto del mondo alieno alla definizione di 1 chilometro per pixel: soggetti dello scatto, il satellite Mimas – una delle principali lune del pianeta, del diametro di 396 chilometri – e gli anelli, ripresi mentre simulano uno scontro sulla “carreggiata” esterna.Sebbene il piccolo corpo celeste ghiacciato e i misteriosi dischi che avvolgono Saturno sembrino cozzare l’uno con gli altri, in realtà si tratta di un effetto ottico: Mimas viaggia a distanza di sicurezza, orbitando a 45.000 chilometri dagli anelli.

Tra il satellite e il pianeta esiste una liaison particolare: la spinta gravitazionale esercitata dalla luna li lega e ne condiziona il moto. Il loro rapporto, basato sull’interazione gravitazionale, crea inoltre “onde” negli anelli e contribuisce a formare la Divisione Cassini – il vasto spazio tra il disco A, più brillante, e quello B, meno luminoso.

Grande quasi quanto il pianeta Mercurio, la ‘Divisione’ ha un’ampiezza di 4.800 chilometri e deve il suo nome all’astronomo Giandomenico Cassini che la scoprì nel 1675. Il ritratto del “tamponamento” con gli anelli è stato scattato dal reporter Cassini il 23 ottobre scorso da una distanza di 183 000 chilometri da Mimas e con un’angolazione luna-Sole – sonda di 29 gradi.

Mimas “tampona” gli anelli