Mattarella ringrazia Xi Jinping

Il Presidente Xi Jinping ha scritto che "in occasione dell'avvenuto lancio con successo del "China Seismo Electromagnetic Satellite", progetto di collaborazione tra Cina e Italia, a nome del Governo e del popolo cinese, e anche al mio personale, desidero congratularmi con lei, e tramite lei, con il Governo e il popolo italiano. Formulo anche i miei più sinceri saluti alle istituzioni, alle imprese nonché agli scienziati che hanno contribuito positivamente alla realizzazione del progetto. Negli ultimi anni, le relazioni sino-italiane hanno conosciuto una eccellente tendenza di sviluppo. La mutua fiducia politica e la cooperazione concreta in vari settori si sono approfondite costantemente"."I proficui risultati conseguiti nel suddetto progetto satellitare, testimonianza del partenariato strategico globale tra Cina e Italia sono utili per elevare la capacità dei due paesi nel monitoraggio dell'ambiente elettromagnetico della terra, migliorare le previsioni e le prevenzioni sismiche e di conseguenza ridurre le calamità naturali attraverso la tecnologia spaziale. Tale collaborazione servirà lo sviluppo economico e sociale di entrambi i Paesi. Attribuisco grande importanza alle relazioni sino-italiane e desidero lavorare insieme a lei per rafforzare gli scambi e la cooperazione in tutti i settori tra i due paesi, e approfondire il partenariato strategico globale sino-italiano, al fine di fornire più benefici ai nostri paesi e ai nostri popoli". Questo il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Matterella in risposta alle congratulazioni del Presidente cinese Xi Jinping. "Il lancio di CSES – ha dichiarato Valeria Fedeli ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca – è il risultato di un lungo lavoro e di una collaborazione di altissimo livello tra la comunità scientifica italiana e quella cinese e che ho avuto modo di apprezzare ulteriormente nel corso della mia visita in Cina dello scorso novembre. La ricerca scientifica e tecnologica ha delle ricadute fondamentali per la società nel suo complesso. Questo è solo un primo, importante passo dell’utilizzo della scienza e della tecnologia spaziale sull’origine dell’attività sismica, una sfida importantissima per la comprensione di uno dei fenomeni più devastanti che l’umanità conosca. CSES è inoltre l’ulteriore dimostrazione che in Italia la ricerca e la tecnologia sono un’eccellenza e un patrimonio che va sostenuto costantemente sia dal punto di vista finanziario che organizzativo a tutti i livelli. Investire per la prima volta 400 milioni sui Prin e avviare un piano di assunzione per giovani ricercatrici e ricercatori, come ha fatto il governo, è il miglior modo per investire sul futuro del nostro Paese". Di grande emozione ha parlato il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston “per avere assistito ad un lancio perfetto. Siamo tutti in attesa di attivare il satellite, verificare lo stato di funzionamento degli strumenti e iniziare le procedure di calibrazioni che permetteranno nei prossimi mesi di raggiungere la piena operatività. La collaborazione spaziale tra Italia e Cina è sempre più importante in diversi ambiti, come già dimostrato dall’accordo firmato un anno fa a Pechino per lo studio delle missioni di lunga durata degli astronauti. Il lancio di oggi realizza la prima grande missione spaziale frutto della cooperazione Cina e Italia, un fatto molto importante come sottolineato dalle dichiarazioni del Presidente Sergio Mattarella e del Presidente Xi Jinping”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mattarella ringrazia Xi Jinping