La ‘sentinella dei venti’ si avvicina al lancio

Migliorare la conoscenza della meteorologia e dell’atmosfera della Terra osservando i profili di velocità dei venti a livello globale. Questo è l’obiettivo del satellite europeo ADM-Aeolus che, grazie all’aiuto dello strumento Aladin, pronto per l’integrazione a bordo, calcolerà la velocità e la direzione dell’aria in movimento ad altezze diverse nell’atmosfera.Il lift off è in programma per la fine del 2017 dallo spazioporto europeo di Kourou, in Guyana Francese. Aladin, Atmospheric LAser Doppler INstrument, incorpora due potenti laser, un grande telescopio e ricevitori molto sensibili. Il laser invierà impulsi brevi di luce intensa nell’atmosfera che verrà poi dispersa da molecole di gas, particelle di polvere e gocce d’acqua.

Il telescopio del satellite raccoglierà questa luce riflessa e la invierà al ricevitore di bordo. Attraverso l’analisi del segnale, sarà quindi possibile ottenere informazioni su altri elementi come le nubi e gli aerosol. I dati ottenuti verranno distribuiti ai centri meteorologici quasi in tempo reale alla stazione di terra SvalSat situata nelle Isole Svalbard, in Norvegia.Il flusso continuo di informazioni, permetterà lo sviluppo di complessi modelli climatici utilizzabili nel breve periodo per rendere più affidabili le previsioni meteorologiche e per fornire preziose informazioni per la ricerca climatica negli anni a venire.

Lo strumento Aladin nello stabilimento Airbus Defence Space di Tolosa, Francia

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La ‘sentinella dei venti’ si avvicina al lancio