L.I.V.E. Glacier volerà a Cape Canaveral

Il team IceCream si è aggiudicato la vittoria del Global Award nella categoria ‘Galactic Impact‘ dell’edizione 2016 dell’International Space Apps Challenge, promossa dalla NASA.

Il gruppo, formato da sette ragazzi di cui 5 dell’Università La Sapienza di Roma aveva partecipato alla sessione romana della manifiestazione lo scorso 24 aprile aggiudicandosi il primo premio con la presentazione del progetto L.I.V.E. Glacier. Si tratta di un sistema che sfrutta i dati satellitari open source forniti dall’ESA e i dati raccolti tramite un app in crowd-sourcing per monitorare lo stato di salute dei ghiacciai.

Dopo la vittoria di aprile, i ragazzi di IceCream sono stati selezionati tra i cinque finalisti della sezione Galactic Impact per poi essere proclamati vincitori assoluti a livello mondiale nella categoria. Ora, voleranno negli Stati Uniti e precisamente al Kennedy Space Center della NASA dove avranno la possibilità di presentare la loro idea.

Il team, è composto da : Martina Di Rita, Roberta Ravanelli, Andrea Nascetti dell’Area di Geodesia e Geomatica del Dicea – Dipartimento di Ingegneria civile edile e ambientale; Marco Di Tullio, studente di Ingegneria per l’ambiente e il territorio; Fabiana Milza, studentessa di Ingegneria astronautica; Paola Beligheri, dottoranda della Luiss e Gabriele Mamoli, designer professionista.

Presentata a Napoli per l’edizione di quest’anno, Space Apps è una maratona universale di programmazione della durata di due giorni che coinvolge ogni anno 170 città in tutto il mondo.

Sviluppatori, studenti, grafici e appassionati di scienza e tecnologia sono chiamati a sfidarsi in cinque categorie per cercare di trovare una soluzione ai problemi di maggior rilievo che interessano terra e spazio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L.I.V.E. Glacier volerà a Cape Canaveral